07:03 17 Dicembre 2018
Polizia sta di fronte alla casa dell'ex 007 russo Sergei Skripal

Gran Bretagna rifiuta di fornire i dati dei sospetti "del caso Skripal"

© AP Photo / Frank Augstein
Mondo
URL abbreviato
4414

Il ministero degli Esteri russo ha chiesto all'ambasciatore britannico a Mosca Lori Bristow di fornire le impronte digitali dei due uomini che a Londra hanno definito i sospetti dell'avvelenamento di Skripal a Salisbury, ha riferito ai giornalisti la portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Il procuratore del servizio reale nel Regno Unito il 5 settembre ha annunciato le accuse per il "caso Skripal" contro due cittadini russi, Alexander Petrov e Ruslan Boshirov. Le accuse dei quattro articoli, sono, tra l'altro, di tentato omicidio dell'ex agente della GRU Sergei Skripal e di sua figlia Yulia, del poliziotto Nick Bailey. La premier britannica Theresa May, ha detto che i sospetti sono dipendenti della GRU.

Secondo la diplomatica "l'ambasciata britannica ha detto che la controparte britannica non fornirà dettagli".

"Londra ha rifiutato di fornire qualsiasi altra informazione sul caso: numeri di passaporto, patronimico, i dati personali e così via", ha detto la diplomatica.
Londra ha reso pubbliche le foto di due "sospetti dell'avvelenamento di Skripal", sostenendo che si tratta di due agenti della GRU. A Mosca, hanno dichiarato che questi nomi in Russia "non dicono nulla" e ancora una volta hanno chiesto alla Gran Bretagna di passare dalle accuse e dalla manipolazione alla cooperazione.

Correlati:

Parenti di Skripal sospettano che sia morto
Deputata tedesca mette in dubbio il coinvolgimento di Mosca nel caso Skripal
Regno Unito annuncia nomi sospettati russi nel caso Skripal
Tags:
Dichiarazione, Sergei Skripal, Maria Zakharova, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik