07:27 17 Dicembre 2018
Britain's Royal Navy ship. (File)

Ex militare britannico racconta della catastrofe della marina inglese

© AP Photo / Laura Leon
Mondo
URL abbreviato
380

Lord Alan West, l'ex capo del personale della Marina della Royal Navy della Gran Bretagna, ha affermato che il paese non è in grado di proteggere le proprie acque territoriali, riferisce The Independent.

Secondo lui, i recenti scontri tra pescatori francesi e britannici nella Manica a causa della cattura di capesante mostrano che la Gran Bretagna non ha navi per proteggere le sue acque territoriali. E dopo che il paese lascerà l'UE questa situazione sarà "catastrofica".

West crede anche che questa situazione rivela anche le carenze nell'organizzazione dei servizi militari. Secondo lui, il comando di queste navi è condotto da unità diverse, e il coordinamento dovrebbe essere eseguito da un centro di comando.

"Tuttavia, in questo centro di comando non esiste semplicemente un comandante in grado di dare ordini agli enti governativi di intraprendere alcuna azione, e quindi il centro non può esercitare un comando adeguato", hanno detto i militari.

West ha anche aggiunto che quando la Gran Bretagna lascerà l'Unione Europea, dovrà pattugliare la propria zona economica esclusiva da sola e, con l'attuale situazione della Marina Britannica, tutto ciò si trasformerà in una "catastrofe".

Correlati:

Media: la marina britannica non è in grado di scortare le navi russe
Marina britannica ha accompagnato convoglio russo nella Manica
La Marina militare britannica scorta sottomarino russo nella Manica
I sottomarini russi spaventano la Marina militare britannica
Tags:
Cooperazione navale, navigazione, militare, navi da guerra, Navi, nave, navi, operazione navale, UE, Marina militare, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik