07:57 12 Dicembre 2018
La bandiera ucraina

Deputato russo: l'Ucraina è pronta a rinunciare all’indipendenza per la NATO

© Sputnik . Stringer
Mondo
URL abbreviato
4113

L’Ucraina è pronta a riscrivere la Costituzione e rinunciare all'indipendenza per ottenere un'altra promessa dalla NATO e cercare di provocare la Russia. Lo ha dichiarato il membro della commissione per gli affari esteri alla Duma di Stato Sergey Zhelezniak.

"Ogni nuova dichiarazione dei rappresentanti dell'attuale governo dell'Ucraina sull'adesione alla NATO e l'apertura delle sua basi sul suo territorio è un tentativo di provocare la Russia e manifestare adulazione all'Occidente… Kiev è pronta a riscrivere la legge fondamentale del paese e, infine, di privare l'Ucraina dell'indipendenza solo per ottenere un'altra promessa dalla leadership della NATO leadership e guadagnare qualcosa dai finanziatori stranieri", ha detto Zhelezniak.

Egli è crede che l'obiettivo principale delle autorità di Kiev sia quello di mantenere la tensione al confine con la Russia e fabbricare nuove accuse contro Mosca.

"Il sogno dei politici ucraini è vedere le navi della NATO nel Mar Nero e farlo diventare un rifugio tranquillo nell'arena delle provocazioni militari con la Russia. Tutti questi piani non sono destinati a diventare realtà. La marina russa protegge le frontiere marittime e non consente alcuna aggressione contro il nostro paese. Spero che la NATO ne sia ben consapevole ed eviti di provocare la Russia", ha sottolineato il deputato.

Zhelezniak è convinto che tutto il parlare di adesione dell'Ucraina all'Alleanza è finalizzato a fare pressione sulla Russia, nella speranza che Mosca abbandoni i suoi principi e i suoi obiettivi di politica estera. 

"Ma dobbiamo ricordare ancora una volta che la Russia non mercanteggia la propria sovranità nazionale e non agisce secondo le regole degli altri", ha concluso il deputato.

Ieri il presidente dell'Ucraina Petro Poroshenko ha presentato al parlamento un disegno di legge sulla modifica della Costituzione per fissare la linea nella UE e nella NATO, così come abolire la norma che autorizza le basi della Flotta russa del Mar Nero. Il ministro degli Esteri ucraino Pavlo Klimkin detto che la questione del dispiegamento di basi militari della NATO in Ucraina può essere sollevata solo prima dell'adesione del paese all'Alleanza e prima di modificare la costituzione.    

Correlati:

Ucraina, Poroshenko dice no a memorandum sulla linea di Kiev nell’UE
Il trattato di amicizia tra Ucraina e Russia non sarà rinnovato
Kiev può consentire ai paesi NATO di aprire basi in Ucraina
Tags:
Provocazioni, NATO, Russia, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik