00:58 26 Settembre 2018
Idlib, Siria

Media: Turchia ammassa armi al confine siriano

© Sputnik . Iliya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
9313

I militari turchi inviano armi al confine siriano nella provincia di Kilis, per paura di una nuova ondata di rifugiati, a causa di una possibile operazione militare a Idlib.

Si osserva che, attraverso Kilis e in direzione del villaggio di Elbeili, sul confine siriano sono passati otto veicoli che trasportano carri armati e cannoni. Secondo la fonte del giornale, il trasferimento di armi è una misura di sicurezza. I carri armati M60 sono inviati al confine nell'ambito del piano di contenimento di una nuova ondata di profughi, che le autorità turche si aspettano, in caso di offensiva delle truppe siriane a Idlib.

La Turchia ha ampliato il campo profughi dal lato siriano del confine e ha rafforzato con 12 punti di osservazione il controllo della zona di distensione a Idlib.

La situazione a Idlib

La provincia di Idlib, nel nord della Siria, rimane l'unica regione che controllano i gruppi armati illegali. In precedenza era stata creata una zona di de-escalation del conflitto. Ultimamente la situazione nella regione è diventata più tesa. Secondo il ministero della Difesa, i terroristi del raggruppamento Hayat Tahrir Al-Sham preparano una provocazione a Idlib, per accusare le truppe di Bashar al-Assad dell'uso di armi chimiche contro la popolazione civile. È necessario per poi giustificare attacchi stranieri.

Il presidente Donald Trump ha detto che una possibile offensiva dell'esercito siriano a Idlib diventerebbe "un grande errore umanitario". Al ministero degli Esteri russo hanno sottolineato che nessuno è interessato a ostilità attive nella regione, possono portare a molte vittime.

Correlati:

Esplosione a un deposito armamenti ad Idlib: decine di morti. FOTO
Siria, la liberazione della provincia di Idlib sancirà la fine della guerra
Ministero Difesa: militanti a Idlib preparano nuova provocazione con le armi chimiche
Tags:
Basi militari, Guerra, Il Ministero della Difesa, Idlib
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik