05:34 19 Settembre 2018
Ufficio di un centro ricerche militare a Barzeh distutto nel raid, provincia di Damasco, Siria

Il ministro degli Esteri della Siria non è d'accordo con l'ONU

© Sputnik . SPUTNIK
Mondo
URL abbreviato
2290

Il ministro degli esteri Siriano Walid Moallem non è d'accordo con le Nazioni Unite per quanto riguarda l'importo necessario per la ricostruzione della Siria, dopo sette anni di guerra.

L'inviato speciale dell'ONU per la Siria Staffan de Mistura ha detto a novembre 2017, che per la ricostruzione del paese dopo il conflitto c'è bisogno di non meno di 250 miliardi di dollari. Il ministro ha detto che l'ONU rimane sotto la pressione USA e di altri paesi occidentali. "Quindi non diamo alcun valore alla stima",  ha detto Muallem in un'intervista al canale televisivo "Rossia-24".

Egli ha detto che il processo di recupero è iniziato in tutte le città liberate e villaggi, nell'ambito del programma di governo, con la volontaria partecipazione dei residenti.

"Il programma di recupero della Siria procede in parallelo con i successi delle nostre forze armate nella liberazione di città e villaggi. Sulla base di questo, voglio dire che in realtà abbiamo infrastrutture distrutte, credo che il programma di recupero non richieda tali somme, espresse nelle stime ONU, ma il processo va gradualmente in avanti", ha detto Muallem.

 

 

Correlati:

Siria, Pompeo: operazione a Idlib sarà escalation del conflitto
Israele reagirà alle azioni dell'Iran in Siria in caso di pericolo
Siria, Pentagono: false le notizie su navi militari USA nel Mediterraneo orientale
Tags:
guerra, Ricostruzione, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik