07:43 11 Dicembre 2018
Un pensionato sulla spiaggia di Koktebel, in Crimea

I russi vivono in media sette anni in più rispetto all’epoca Eltsin

© Sputnik .
Mondo
URL abbreviato
0 70

La vita media dei russi è aumentata di sette anni e il numero di decessi legati al tabacco e all’alcol si è ridotto del 34%, del 70% nel corso degli ultimi 22 anni. Lo rilevano gli esperti russi della Organizzazione mondiale della sanità in un articolo pubblicato su The Lancet.

"Abbiamo fatto progressi significativi nel migliorare gli indicatori di salute della nazione. Ciò è stato reso possibile grazie ad una rigida politica sugli alcolici e alla promozione di uno stile di vita sano", sostiene l'accademico Vladimir Starodubov, direttore dell'Istituto centrale di ricerca per l'organizzazione e informatizzazione del servizio sanitario pubblico presso il ministero della Salute russo.

Secondo il ministero della Salute, l'aspettativa media di vita dei russi è di 65 per gli uomini e 76 per le donne.

Gli scienziati hanno studiato i cambiamenti nella media di vita in Russia degli ultimi 40 anni, dall'epoca Breznev fino ai giorni nostri.Dallo studio è emerso che, per esempio, nel 1994 circa il 60% dei decessi tra gli uomini e il 33% tra le donne era legato all'abuso di alcol. Oggi gli stessi indicatori risultano ridotti quali della metà, ovvero 34% tra gli uomini e 20% tra le donne. Anche il numero dei fumatori è diminuito del 21% solo negli ultimi nove anni, grazie all'introduzione delle leggi contro il fumo.

Il miglioramento del sistema sanitario, nota Starodubov, ha portato alla diminuzione del 58% del tasso di mortalità infantile, così come alla diminuzione del 27-40% dei decessi per tumore rispetto al 1990. Di conseguenza, il tasso di mortalità complessiva in Russia è sceso di circa il 16%, soprattutto a partire dai primi anni 2000.

Nonostante tali progressi significativi, la Russia, come scrivono gli scienziati, ha ancora molto da fare. La tossicodipendenza, l'alcolismo e il fumo continuano a essere le principali cause di morte tra la popolazione russa. Un cittadino russo su tre, tra i 16 e i 49 anni, muore per l'abuso di alcol.

La Russia, secondo gli esperti, continua ad occupare il primo posto nel mondo in termini di mortalità associata all'alcol e alle malattie ad esso correlate, davanti a Mongolia e Cina. Per le morti legate alla droga è seconda agli Stati Uniti. Inoltre è quasi quintuplicato il numero dei decessi legati all'AIDS.

Correlati:

Ministero della salute svela le abitudini dei centenari
Perché dormire a lungo i fine settimana fa bene alla salute
Gli scontrini sono dannosi per la salute
Tags:
aids, tossicodipendenza, alcolismo, fumo, vita, alcol, droga, Salute, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik