02:43 17 Dicembre 2018
Luogo dell'esplosione in cui è stato ucciso il leader della DNR Alexander Zakharchenko

Uccisione di Zakharchenko, la reazione della Russia

© Sputnik . Igor Maslov
Mondo
URL abbreviato
21453

"Un attentato dietro cui si nasconde la mano ucraina" - questa la reazione del Ministero degli Esteri russo alla notizia dell'uccisione del leader della Repubblica Popolare di Donetsk, Aleksandr Zakharchenko.

La portavoce del Ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha dichiarato ai giornalisti che con ogni probabilità dietro l'uccisione di Zakharchenko c'è il regime ucraino:

"Anzichè rispettare gli accordi di Minsk e cercare una via d'uscita dal conflitto interno, la parte ucraina realizza uno scenario terroristico, aggravando ancora di più la già difficile situazione. L'Ucraina non avendo mantenuto le promesse di pace ha ora deciso di passare alla guerra di sangue".

Zakharova ha poi rivolto un appello alla comunità internazionale per un'indagine super-partes su questo delitto:

"La comunità internazionale deve richiedere, e considerando il carattere di marionetta del sistema politico dell'Ucraina, anche controllare direttamente l'effettuazione di un'indagine super-partes su questa uccisione commessa davanti agli occhi della popolazione civile"

Aleksandr Zakharchenko, leader dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk è stato ucciso da un'esplosione mentre si trovava in un locale del centro cittadino nella serata del 31 agosto.

Tags:
Ministero degli Esteri, Maria Zakharova, Donbass
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik