11:00 19 Settembre 2018
La capsula di atterraggio della navetta Soyuz TMA-09M al momento del rientro a terra

La Russia non porterà più gli astronauti americani sulla stazione spaziale

© Sputnik . Anton Denisov
Mondo
URL abbreviato
4301

Il contratto tra la Russia e gli Stati Uniti per il trasferimento degli astronauti della NASA sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) scadrà ad aprile 2019. Lo ha detto il vice primo ministro Yuriy Borisov.

"Con il rientro della navicella Soyuz il prossimo aprile si chiuderà il nostro contratto con la NASA sul trasporto degli astronauti americani sulla ISS e ritorno", ha dichiarato Borisov nel discorso di apertura della riunione sulle prospettive dell'esplorazione spaziale umana tenutasi presso la corporazione Energiya.

Dal 2019 gli Stati Uniti intendono trasportare gli astronauti della NASA su navicelle di fabbricazione nazionale.

Nel 2016 la NASA attraverso la Boeing Corporation ha acquistato cinque posti a bordo della navicella russa Soyuz per trasportare i propri astronauti sulla ISS. La NASA gode inoltre della possibilità di acquistare posti aggiuntivi in qualsiasi momento. Per il 2019 la NASA ha acquistato tre posti. Quest'anno un posto aggiuntivo è stato acquistato per l'astronauta Shannon Walker, che lavora sui sistemi robotici della ISS dalla metà degli anni '90 e ha trascorso 163 giorni sulla stazione nel 2010. Nel 2019 Walker diventerà membro dell'equipaggio della Soyuz MS-12

.Per il 2019 è previsto il lancio di tre navicelle Soyuz: una a maggio, una ad inizio estate e l'altra in autunno.    

Correlati:

ISS: cosmonauti russi danno formaggio in cambio di granchi agli americani
Gli astronauti russi installano sulla ISS un'antenna per monitoraggio uccelli (VIDEO)
Sulla ISS creato il posto più freddo dell'Universo
Tags:
Viaggi, Soyuz, Astronauta, Stazione spaziale internazionale, NASA, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik