04:56 19 Settembre 2018
Il presidente dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk Alexander Zakharchenko

Chi era Aleksandr Zakharchenko

© Sputnik . Igor Maslov
Mondo
URL abbreviato
106

Aleksandr Zakharchenko, leader dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk è stato ucciso da un'esplosione mentre si trovava in un bar nel centro di Donetsk nella serata del 31 agosto.

Aleksandr Zakharchenko aveva 42 anni.

Laurato in Legge, iniziò a lavorare come meccanico elettricista nelle miniere di carbone vicino a Donetsk, per poi aprire una propria attività imprenditoriale, nello stesso settore.

Nel 2010 divenne capo della filiale di Donetsk dell'organizzazione sociale "Oplot", e nel 2014 durante le proteste nel sud-ovest dell'Ucraina prese parte all'attaco della sede dell'amministrazione regionale di Donetsk.

Nel maggio del 2014 viene nominato comandante militare di Donetsk e successivamente ministro degli Interni dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk.

L'8 agosto 2014 il Consiglio dei Ministri dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk lo nomina primo ministro, mentre qualche mese dopo, il 2 novembre 2014 viene eletto presidente dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Donetsk, con il 75,5% dei consensi.

Zakharchenko ha preso parte attivamente alle operazioni militari sulla linea del fronte ed è stato ferito due volte, il 22 luglio 2014 ad un braccio ed il 17 febbraio 2015 ad una gamba durante gli scontri armati a Debal'tsevo.

Aleksandr Zakharchenko lascia la moglie ed i suoi quattro figli.

Tags:
Donbass
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik