22:07 14 Dicembre 2018
Vacanze in Crimea

La pillola dimagrante che fa scomparire le maniglie dell’amore

© Sputnik . Владимир Сергеев
Mondo
URL abbreviato
113

Un autorevole studio rivela il “Santo Graal” delle diete che aiuterebbe a far perdere tre volte più peso.

È stato dimostrato che una pillola sarebbe in grado di aiutare le persone a perdere peso e a non farlo riprendere per diversi anni senza far aumentare i rischi a livello cardiaco.

Gli scienziati sostengono che il Lorcaserin, soprannominato il "Santo Graal" del controllo del peso, è tre volte più efficace di una semplice dieta. Le compresse da assumere due volte al giorno agiscono sulle cellule cerebrali responsabili del controllo dell'appetito il quale potrebbe perdere la sua efficacia con l'avanzare degli anni.

Uno studio americano effettuato su 12.000 persone in sovrappeso ha rivelato che coloro che assumevano il farmaco hanno perso in media 4 kg durante il primo anno, ovvero il triplo rispetto al peso perso da chi si è affidato solamente a consigli per la perdita di peso. Inoltre, i pazienti del primo gruppo non hanno ripreso il peso perso per almeno tre anni dopo lo studio.

È stato, inoltre, dimostrato che il Lorcaserin può essere assunto senza effetti collaterali per lunghi periodi. Questo gli avrebbe aperto la strada per la commercializzazione nel Regno Unito.

Gli esperti britannici sostengono che questa pillola (220 sterline per la fornitura mensile) colmerebbe un enorme vuoto nella lotta contro il problema dell'obesità sempre peggiore nel Paese.

Al momento i medici possono solamente consigliare ai pazienti di seguire una dieta e fare esercizio fisico oppure di sottoporsi a un intervento di chirurgia bariatrica.

Il professor Jason Halford, esperto di obesità presso l'Università di Liverpool, ha affermato: "Vi è un enorme divario tra il cambiamento dello stile di vita e il ricorso alla chirurgia. Non c'è niente nel mezzo. Dunque, questo farmaco potrebbe essere largamente prescritto se approvato nel Regno Unito".

La dottoressa Erin Bohula, a capo dello studio presso la Harvard Medical School, ha affermato al congresso della Società Europea di Cardiologia a Monaco (la maggiore riunione di cardiologi al mondo) che le sue scoperte costituiscono una "importante pietra miliare".

Bohula ha aggiunto: "Siamo stati in grado di dimostrare per la prima volta in maniera rigorosa che questo farmaco per la perdita di peso fa quello che dovrebbe fare, cioè aiuta le persone a perdere peso, senza aumentare il rischio cardiovascolare in una popolazione già ad elevato rischio di attacchi cardiaci e infarti".

La dottoressa Bohula ha affermato che le diete e l'esercizio fisico devono rimanere il caposaldo della perdita di peso, ma ha aggiunto: "La sfida è mantenere lo sforzo fatto".

La ricerca ha anche dimostrato che il farmaco riduce il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2 del 19% e migliora la pressione sanguigna, la glicemia e il ritmo cardiaco.

Il Lorcaserin potrebbe aiutare adulti in sovrappeso di tutte le età, ma gli esperti ritengono che potrebbe essere particolarmente utile per gli adulti di mezza età.

Il farmaco attiva le cellule cerebrali responsabili di controllare la sazietà dicendoci quando siamo pieni. Queste cellule, chiamate neuroni POMC, perdono efficacia con l'avanzare dell'età. Ciò significa che il cervello impiega più tempo per ricevere il messaggio che lo stomaco è pieno. I ricercatori ritengono che questa sia la principale causa di un'alimentazione eccessiva e delle maniglie dell'amore.

Il farmaco rinvigorisce questi neuroni aiutando così i pazienti a controllare il loro appetito mentre cercano di perdere peso.

I tentativi di sviluppare soppressori dell'appetito hanno incontrato varie difficoltà poiché causano anche problemi cardiaci. Timori in tal senso hanno impedito al Lorcaserin di ottenere il certificato comunitario di sicurezza quando venne sviluppato 6 anni fa.

Ma la dottoressa Bohula ha affermato che il nuovo studio (pubblicato anche sul New England Journal of Medecine) dovrebbe fugare qualsiasi dubbio.

L'azienda produttrice di Lorcaserin, la Eisai, ha comunicato che stava "valutando la possibilità" di richiedere nuovamente l'approvazione dell'Agenzia europea del farmaco.

Tam Fry del Forum Nazionale per l'Obesità ha affermato: "Questo ha confermato la credenza di molti esperti del settore secondo cui un farmaco in grado di sopprimere in modo sicuro ed efficace l'appetito sarebbe stato il "Graal" della cura dell'obesità. I suoi vantaggi principali saranno la prevenzione dell'obesità alla fonte e una importante perdita di peso". L'unico farmaco per la perdita di peso attualmente disponibile per il Servizio Sanitario Inglese è l'Orlistat che interrompe l'assorbimento del grasso da parte del corpo. Questo farmaco ha spiacevoli effetti collaterali come flatulenza e incontinenza.

Il Lorcaserin è quasi due volte più efficace: il 37% dei pazienti che lo usano perdono almeno il 5% del loro peso corporeo, mentre solo il 21% riesce a fare lo stesso con l'Orlistat.

Il Lorcaserin, venduto come Belviq, è disponibile negli USA dal 2012 previa prescrizione medica.

Il precedente detentore del brevetto, Arena, ha smesso di tentare di ottenere il certificato di commercializzazione in Europa nel 2013 dopo che sono stati sollevati dubbi riguardo alla mancanza di dati sulla sicurezza a lungo termine del farmaco.

Tuttavia, da allora è stato comprato dalla Eisai che ha cercato in modo più ambizioso di ottenere l'approvazione del farmaco in vari Paesi del mondo e l'ha ottenuta in Corea del Sud, Taiwan, Israele, Brasile e Messico. Il professor Halford ha affermato che il legislatore europeo era inizialmente preoccupato per il Lorcaserin perché in passato alcuni inibitori dell'appetito avevano avuto gravi effetti collaterali.

Il professore ha aggiunto: "Questo studio che si basa su 3 anni di dati ci dà fiducia sul fatto che questo farmaco non ha gli effetti collaterali dei suoi predecessori. Seguire una dieta è difficile. Se una persona è obesa non ha controllo sul proprio appetito. Questo farmaco, invece, agisce sul controllo dell'appetito e aiuta a seguire la dieta".

Per diventare disponibile nel Regno Unito, il farmaco deve ottenere un certificato di sicurezza rilasciato dall'Agenzia europea del farmaco e poi gli organi di controllo del Sistema Sanitario Inglese devono approvare il rapporto costi-efficacia del farmaco. Il NICE (National Institute for Health and Care Excellence) dovrà esaminare con attenzione questo farmaco dato che in Gran Bretagna il 68% degli uomini e il 58% delle donne è in sovrappeso. 

La professoressa Lora Heisler, preside della facoltà di Nutrizione presso la Aberdeen University, ha affermato: "Per la maggior parte di noi, è sufficiente combattere l'obesità con la dieta e l'esercizio fisico, cioè cambiando il proprio stile di vita".

"Per alcuni, però, i dottori possono decidere di aggiungere qualcosa d'altro alla dieta e all'esercizio fisico".

Il professor Jeremy Pearson, co-direttore della British Heart Foundation, ha affermato: "I farmaci che riducono l'appetito usati nella lotta contro l'obesità hanno una lunga e generalmente sfortunata storia: o non hanno funzionato o avevano effetti collaterali gravi".

"È confortante vedere che questo farmaco sembra non danneggiare il cuore e la circolazione di chi lo assume". 

Tags:
obesità, medici, farmaci, scienza, medicina, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik