10:29 14 Dicembre 2018
Il mezzo armato da combattimento T-15 sulla piattaforma universale di combattimento modulare Armata

I record di Army-2018: il forum militare più grande dell’anno

© Sputnik . Aleksey Kudenko
Mondo
URL abbreviato
2110

26.000 espositori, centinaia di modelli di nuove armi e 30 contratti firmati per la fornitura di armi: nella cittadina di Kubinka, non lontano da Mosca, si è concluso il più grande salone annuale militare-tecnico Army-2018.

Quest'anno al centro fieristico Patriot si sono recati rappresentanti di più di 100 nazioni per ammirare i progressi dell'industria militare russa. Sputnik vi racconta i contratti più importanti che sono stati conclusi al forum e le innovazioni più interessanti.

La tanto attesa Armata

Uno dei contratti più attesi riguarda l'acquisto da parte del Ministero russo della Difesa di una grande partita di nuovissimi carri armati T-14 e di mezzi armati da combattimento T-15 sulla piattaforma universale di combattimento modulare Armata. Entro la fine del 2021 le truppe saranno dotate di 132 nuove armi. Già quest'anno le riceveranno i primi 9 soldati.

Army-2018, Kubinka
© Sputnik . Vladimir Astapkovich
T-14 Armata

Il vice-premier russo Yury Borisov, che sovrintende il comparto militare, ha dichiarato che Armata supererà del 15-30% i suoi corrispettivi all'estero per alcuni parametri. In tal modo, i prodotti militari russi potranno godere di una domanda considerevole sul mercato dell'export.

Un altro contratto degno di nota è il seguente: le truppe aviotrasportate entro la fine del 2020 riceveranno 130 nuovi veicoli corazzati BMD-4M e circa 60 nuovi veicoli blindati BTR-MDM. Inoltre, saranno rimodernati circa 70 BMP-3 e circa 200 BMP-2 della fanteria.

In esposizione al forum oltre i ben noti carri armati T-72, i semoventi Msta-S, i sistemi di lanciafiamme TOS-1 (Buratino) e TOS-1A (Solntsepyok), vi erano anche nuovi modelli. Ad esempio, il sistema di difesa contraerea 2C38 Derivatsiya-PVO equipaggiato con un cannone da 57 mm con una cadenza di tiro di 120 colpi al minuto. Un'altra novità è il veicolo ruotato Bumerang da impiegare non solo per il trasporto delle truppe, ma anche nei combattimenti con la fanteria, i mezzi da combattimenti e i carri armati del nemico.

  • Il carro armato T-72
    Il carro armato T-72
    © Sputnik . Aleksey Kudenko
  • Msta-S (al centro)
    Msta-S (al centro)
    © Sputnik . Ramil Sitdikov
  • Il sistema di difesa contraerea 2C38 Derivatsiya-PVO
    Il sistema di difesa contraerea 2C38 Derivatsiya-PVO
    © Sputnik . Aleksey Kudenko
  • Il veicolo ruotato Bumerang
    Il veicolo ruotato Bumerang
    © Sputnik . Aleksey Kudenko
1 / 4
© Sputnik . Aleksey Kudenko
Il carro armato T-72

Al forum sono state anche dimostrate le capacità di queste novità della tecnica militare: nel centro fieristico Patriot si sono tenute dimostrazioni su larga scala. Nel campo di battaglia hanno fatto la loro comparsa i nuovi carri armati T-90M, T-80BVM, i veicoli da combattimento della fanteria BMP-1AM Basurmanin, il cannone contraereo 3U-23M Sparka e i veicoli da tiro superleggeri Eskadron.

Portaerei e non solo!

Grande attenzione è da sempre riservata alla Marina militare. Decine di aziende del settore hanno presentato i loro prodotti di punta: navi da combattimento, sottomarini, armamenti e sistemi di radiolocalizzazione all'avanguardia. Nei prossimi anni il trend principale della cantieristica sarà la realizzazione di importanti progetti navali per la Marina militare. In particolare, come ha comunicato l'ammiraglio Viktor Chirkov, consigliere del presidente della United Shipbuilding Corporation, entreranno a far parte della flotta almeno 18 fregate classe 22350 e 36 corvette classe 22380.

La bandiera della Marina militare russa (recante la croce di Sant'Andrea) è già issata su una delle fregate di questa classe: la nave del progetto Admiral Gorshkov. La seconda nave, Admiral Kasatonov, sarà consegnata alla flotta nel 2019. Queste navi hanno una stazza di 4.500 tonnellate, misurano 135 m di lunghezza e 15 m di larghezza, raggiungono una velocità di 29 nodi, hanno un'autonomia di navigazione di 30 giorni. Le loro miglia percorribili senza rifornimento arrivano a 4.500. Le fregate sono equipaggiate con il sistema di artiglieria navale A-192 Armat da 130 mm di calibro, con lanciarazzi per 16 missili antinave Oniks o Kalibr-NKE e con il missile guidato Poliment-Redut.

La nave Admiral Gorshkov
© Sputnik . Pavel Lvov
La nave Admiral Gorshkov

È stato presentato per la prima volta al forum il sottomarino senza pilota a cui è stato integrato un sistema automatico. I test su questo nuovo prodotto cominceranno tra novembre e dicembre. Come hanno spiegato i tecnici, il compito principale di questo prodotto è vigilare su porti, ponti, basi militari e navi in rada. La nave ha già superato alcuni test. Dopo che sarà dotata degli armamenti cominceranno i test completi.

Un'altra interessante novità è il cacciatorpediniere Shkval del progetto 23560E. La nave ha una stazza che varia dalle 15.000 alle 18.000 tonnellate, ha una velocità che raggiunge i 32 nodi ed è in grado di combattere con ogni tipo di nemico sottomarino, navale, terrestre e aereo con l'aiuto di un imponente arsenale di missili. Ha un'autonomia di navigazione di 90 giorni.

Non è passata in sordina nemmeno la flotta portaerei: il Centro di Studi statale Krylov ha presentato il progetto della portaerei multiruolo Shtorm-KM di stazza variabile tra le 37.000 e le 44.000 tonnellate. La nave trasporta a bordo circa 50 velivoli: caccia pesanti Su-33, caccia leggeri MiG-29K, aerei a lungo raggio di radiolocalizzazione ed elicotteri multiruolo Ka-27. I costruttori hanno preferito l'uso di turbine a gas di potenza pari a 110.000 cavalli rispetto a un motore nucleare. In tal modo, il tubo di scappamento del motore finisce giù lungo i fianchi della nave restando così meno percettibile.

I caccia pesanti Su-33
© Sputnik . Aleksey Danichev
I caccia pesanti Su-33

Aviazione intelligente

I progettisti dell'aviazione militare si sono avvicinati molto alla creazione di caccia di sesta generazione. Stando alle informazioni in possesso di Sputnik, il Su-57 (quinta generazione) a breve sarà dotato di intelligenza artificiale. È in progetto l'elaborazione di tecnologie simili su aerei in serie. I sistemi di gestione e le attrezzature di controllo saranno automatizzate per l'impiego in combattimento. Inoltre, per il Su-57 sarà elaborato un sistema difensivo di monitoraggio a bordo che includerà nuove frequenze e modalità di funzionamento.

L'aeronautica militare russa utilizza dieci di questi aerei: i caccia sono sottoposti a una serie di test in aria e sulla terraferma. Entro il 2020 l'aeronautica riceverà già 2 caccia Su-57 di serie.

Un altro sviluppo interessante è la costruzione di un aereo con decollo e atterraggio verticali per le portaerei. Il progetto, incluso nel programma statale per gli armamenti, sarà portato a termine in 7-10 anni e sarà la continuazione del progetto sovietico dell'aereo Yak-38 (al tempo ne costruirono più di 230). A sostituire questo modello doveva essere lo Yak-141, ma nel 2004 il progetto venne interrotto. L'aereo si trovava sulle portaerei del progetto 1143 (Kiev, Minsk, Novorossiysk, Baku).

Il forum Army-2018 è stato da record per il numero di contratti conclusi e per quello delle aziende partecipanti. I contratti firmati hanno superato i 130 miliardi di rubli: tre volte di più rispetto all'anno scorso.

Correlati:

Army 2018, Rosoboronexport firma contratti per 20,3 miliardi di rubli
Russia, al forum Army 2018 saranno firmati contratti per oltre 500 milioni €
Russia, al forum Army 2018 è stato presentato l’esoscheletro del soldato del futuro
Tags:
Su-33, Marina militare, BMD, Carro armato T-72, BTR, Portaerei, Carri armati, carro armato T-14 "Armata", Forum Army 2018, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik