09:03 22 Settembre 2018
Cacciatorpediniere americano USS Ross

Mosca insiste, USA rafforzano potenziale militare prima di attacco chimico farsa in Siria

© flickr.com/ Official U.S. Navy Page
Mondo
URL abbreviato
13120

Gli Stati Uniti continuano a rafforzare la presenza militare in Medio Oriente, ha dichiarato il portavoce del ministero della Difesa Igor Konashenkov.

Secondo il dicastero militare russo, l'aumento delle forze americane è legato ai preparativi per una nuova provocazione nella provincia siriana di Idlib con "l'uso di armi chimiche".

"Il 25 agosto il cacciatorpediniere della Marina Militare americana USS Ross è entrato nel Mediterraneo con 28 missili Tomahawk, in grado di colpire tutto il territorio della Siria", ha detto Konashenkov.

Il false flag, come ha osservato da Konashenkov, viene preparato "con la partecipazione attiva dei servizi segreti britannici".

Inoltre nel Golfo Persico è stato schierato il cacciatorpediniere "The Sullivan" con 56 missili da crociera, mentre nella base aerea americana nel Qatar è stato dislocato il bombardiere strategico B-1B US dotato di 24 missili da crociera "aria-terra" JASSM.

Correlati:

"La provocazione in Siria distruggerà il sistema di sicurezza internazionale"
Senatore russo: l'Occidente cerca di interrompere il processo di pace in Siria
Mosca accusa, USA schierano nave d'attacco nel Golfo Persico per bombardare la Siria
Crisi Siria, consigliere per sicurezza di Trump parla di "leve di pressione" sulla Russia
Ministero Difesa russo: preparazione messa in scena attacchi con armi chimiche in Siria
Le Monde: la Russia ha trasformato l'operazione in Siria in vetrina per suo export armi
Tags:
Occidente, Politica Internazionale, Geopolitica, Terrorismo, Armi chimiche, crisi in Siria, ministero della Difesa della Federazione Russa, marina USA, Esercito della Siria, Al-Nusra, generale Igor Konashenkov, Gran Bretagna, Idlib, USA, Siria, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik