21:22 19 Settembre 2018
Soldato afghano

La Russia smentisce notizie di raid aereo nel nord dell'Afghanistan

© REUTERS / Omar Sobhani
Mondo
URL abbreviato
414

Il Ministero della difesa della Russia ha smentito le notizie di un raid aereo russo nel nord dell'Afghanistan.

"Le informazioni dell'agenzia di stampa britannica Reuters sui presunti attacchi aerei degli aerei russi sui talebani nella regione di frontiera nord-orientale dell'Afghanistan non corrispondono alla realtà", afferma il rapporto.

Il dipartimento ha sottolineato che gli aerei russi nell'area dei confini di stato dell'Afghanistan e del Tagikistan non hanno condotto missioni di combattimento.

In precedenza, l'agenzia di stampa ha riferito che un aereo militare del Tagikistan o della Russia avrebbe condotto dei raid aerei dopo gli scontri avvenuti il ​​giorno prima tra presunti trafficanti di droga e guardie di frontiera tagike.

Il loro coinvolgimento nell'incidente è stato anche smentito dalle autorità tagike. Una fonte di Sputnik nel Comitato di Stato per la sicurezza nazionale ha sottolineato che le forze armate del paese non hanno il diritto di condurre attacchi aerei sul territorio di un altro stato senza convocare le sedi dell'Organizzazione del trattato di sicurezza collettiva e senza consultazioni preliminari con i partner dell'organizzazione.

Anche il Tagikistan ha negato informazioni sulla morte di due guardie di frontiera. Secondo il servizio del comitato statale per la sicurezza nazionale, due guardiaboschi sono stati uccisi e uno è stato ferito a seguito di un attacco da parte di un gruppo di violenti armati che hanno fatto irruzione in Tagikistan.

Correlati:

In Afghanistan ucciso uno dei leader dell'ISIS
Afghanistan, gli Usa corteggiano i talebani, ma loro preferiscono la Russia
Afghanistan, Mosca: deplorevole decisione USA di non partecipare a summit
Segretario generale NATO approva tregua tra forze governative e talebani in Afghanistan
Tags:
guerra, raid aerei, raid, il ministero degli Esteri, Afghanistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik