01:51 26 Settembre 2018
Kirill Vyshinsky al Tribunale

Ucraina: direttore RIA Novosti Ukraina detenuto da 100 giorni

© AP Photo / Victor Platov
Mondo
URL abbreviato
0 05

Il capo del Consiglio per i diritti dell’uomo della Russia Mikhail Fedotov si tiene in contatto con il difensore civico ucraino, Lyudmila Denisova, con la quale discute la questione della detenzione del direttore di RIA Novosti Ukraina Kirill Vyshinsky, accusato di alto tradimento da Kiev. Il 24 agosto, saranno 100 giorni che Vyshinsky è detenuto.

Domani, venerdì 24 agosto, saranno 100 giorni Vyshinsky è agli arresti con l'accusa di aver dato sostegno alle repubbliche autoproclamate del Donbass e di alto tradimento. Non è consentito ai dipendenti consolari della Federazione Russa, di parlare con lui con in qunato Vyshinsky ha la cittadinanza ucraina. Il Ministero degli Esteri russo in precedenza ha definito le azioni di Kiev contro RIA Novosti Ukraina arbitrarie. Come ha affermato il Ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov, le azioni di Kiev contro i giornalisti di RIA Novosti Ucraina sono inaccettabili. L'Ambasciata della Russia ha inviato due note al Ministero degli Affari Esteri dell'Ucraina chiedendo di fermare la violenza contro i rappresentanti dei media.

Alla fine di luglio, il primo vice-presidente del parlamento ucraino Iryna Gerashchenko ha detto che Kiev è pronta a prendere in considerazione una proposta per lo scambio di Vyshinsky, se questa proposta verrà avanzata, con rappresentanti dell'Ucraina detenuti in Russia.

"Come parte di questa corrispondenza si discute una serie di questioni, comprese le questioni relative ai diritti umani, la detenzione di Kirill Vyshinsky e altri detenuti in Ucraina. Ora, però, i protagonisti di questa storia sono i mediatori di Russia e Ucraina: Tatiana Moskalkova e Lyudmila Denisova. Il Comitato per i diritti umani ha un ruolo secondario qui: partecipa a questo lavoro solo quando i difensori civici ne hanno bisogno", ha detto Fedotov a RIA Novosti.

A suo parere, la questione dello scambio di Vyshinsky, che, oltre alla cittadinanza russa, ha anche quella ucraina, può essere risolta. "Il problema può essere risolto, ci vuole la volontà, ma deve essere manifestata da entrambe le parti" ha detto il capo del Comitato, rispondendo alla domanda se lo scambio di Vyshinsky è possibile con qualcuno dei prigionieri ucraini in Russia, vista che il giornalista ha doppia cittadinanza.

Kirill Vyshinsky è stato arrestato il 15 maggio scorso vicino alla sua abitazione a Kiev con l'accusa di alto tradimento e sostegno alle autoproclamate Repubbliche Popolari di Donetsk e Lugansk. Rischia una condanna fino a 15 anni di reclusione.

Il tribunale di Kherson il 17 maggio ha arrestato Vyshinsky per 60 giorni senza la possibilità di pagare una cauzione. La difesa ha fatto ricorso per questa decisione dinanzi al tribunale di appello della regione di Kherson, ma la corte ha rifiutato di accettarlo.

Correlati:

Kiev disposta a scambiare con la Russia il giornalista Vyshinsky
Russia chiede all'ONU di monitorare l'arresto del giornalista Vyshinsky in Ucraina
Capo IFJ: attenzione alle dichiarazioni della SBU su Vyshinsky
Kiev: svaligiato appartamento di Kirill Vyshinsky
Tags:
Arresti, mass media, Arresto, Media, arresti, Guerra mediatica, tribunale, Kirill Vyshinsky, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik