20:55 19 Settembre 2018
Il dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti, Washington D.C.

USA si preparano a rafforzare sanzioni a Russia. E chiedono ad alleati di fare altrettanto

CC BY-SA 2.0 / Richard Gillin
Mondo
URL abbreviato
10216

Il Segretario degli Esteri del Regno Unito, Jeremy Hunt, ha esortato l'Unione Europea ad assicurarsi che le sanzioni contro la Russia siano complete e mostrino l'unità tra il blocco Ue e gli Stati Uniti.

L'amministrazione Trump ha annunciato oggi che imporrà nuove sanzioni contro la Russia legate alle presunte intrusioni informatiche del paese e ha avvertito che introdurrà ulteriori sanzioni contro la Russia per il suo presunto ruolo nell'attacco chimico di Salisbury e il suo uso di ciò che il governo americano chiama lavoro da schiavi nordcoreani.

Inoltre, il Segretario degli Esteri del Regno Unito, Jeremy Hunt, ha invitato gli alleati nell'Unione Europea a intraprendere azioni più forti contro la Russia, che anche gli Stati Uniti stanno lavorando per promuovere.

Il vice ministro degli Esteri russo Sergey Ryabkov ha risposto martedì dicendo che a Mosca non risulta alcuna prova o giustificazione per nuove sanzioni statunitensi contro la Russia.

GLI STATI UNITI DESIGNANO DUE ENTI

Gli Stati Uniti hanno sanzionato martedì due persone russe e due soggetti coinvolti nei tentativi russi di evitare altre sanzioni, ha detto il Dipartimento del Tesoro in un comunicato stampa.

"Oggi, l'Ufficio OFAC del Dipartimento del Tesoro degli Stati Uniti controlla gli sforzi compiuti dagli attori russi per eludere le sanzioni statunitensi", si legge in un comunicato.

Il Dipartimento del Tesoro ha designato due enti: Vela-Marine Ltd, con sede a San Pietroburgo e Lacno S.R.O. in Slovacchia — insieme a due persone, Marina Igorevna Tsareva e Anton Aleksandrovich Nagibin.

SANZIONI USA A NAVI RUSSE

Gli Stati Uniti hanno imposto nuove sanzioni a due soggetti russi e a sei navi battenti bandiera russa accusate di agevolare il trasferimento illegale di prodotti petroliferi alla Corea del Nord, ha detto il Dipartimento del Tesoro in un comunicato stampa.

"L'azione odierna contro due entità e sei navi è stata presa in base all'ordine esecutivo 13810 del 20 settembre 2017 e riguarda le persone coinvolte nel trasferimento da nave a nave di prodotti petroliferi raffinati con navi battenti bandiera della Corea del Nord, un'attività espressamente vietata da il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite ", si legge in un comunicato.

L'incrociatore Pietro il Grande
© Sputnik . The courtesy of the Russian Navy's Information and PR Service
Il Dipartimento del Tesoro ha designato due compagnie di navigazione con sede in Russia — Primorye Maritime Logistics Co Ltd. e Gudzon Shipping Co. LCC — insieme ai proprietari delle navi e ai gestori registrati della nave mercantile bandiera della Russia Patriot, secondo quanto comunicato.

Le altre cinque navi battenti bandiera russa che hanno preso di mira sono Neptun, Bella, Bogatyr, Partizan e Sebastopoli, ha osservato il comunicato.

Questi individui ed entità russi hanno preso parte al trasferimento da nave a nave di prodotti petroliferi raffinati con navi sanzionate dalla Corea del Nord, ha spiegato il comunicato

WASHINGTON SI PREPARA DI IMPORRE ALTRE SANZIONI

Gli Stati Uniti potrebbero annunciare nuove sanzioni contro la Russia legate all'attacco chimico a Sergei e Yulia Skripal a Salisbury, in Inghilterra, e sulla questione dei lavoratori nordcoreani ancora attivi in ​​Russia, ha detto il Segretario al Tesoro del Terrorismo Marshall Billingslea durante la sua testimonianza di il comitato per le relazioni estere del Senato degli Stati Uniti martedì.

"Le sanzioni in risposta all'uso dell'agente nervino nel Regno Unito, sono state imposte, sono state effettivamente imposte da un'autorità del Dipartimento di Stato… Siamo stati in stretta consultazione con il Dipartimento di Stato in vista di ciò, "Disse Billingslea. "A seconda di come reagisce la Russia, c'è un menu di ulteriori opzioni di follow-on che vanno nella gravità potenziale di cui siamo in continua discussione."

Agli inizi di agosto, l'amministrazione Trump ha annunciato un nuovo round di sanzioni contro la Russia, che sarebbe stato imposto in due fasi, a causa del suo presunto uso di armi chimiche nell'avvelenamento degli Skripal.

Cremlino, Mosca
© Sputnik . Vladimir Vyatkin
Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha detto che la Russia potrebbe evitare il secondo round di sanzioni assicurando che non utilizzerà armi chimiche in futuro e che soddisfi determinati criteri che includono il permesso agli osservatori internazionali nel paese di effettuare ispezioni intrusive di armi chimiche.

Il Regno Unito e i suoi alleati hanno accusato Mosca di aver orchestrato l'attacco con quello che gli esperti britannici sostengono essere l'agente nervoso A234. Tuttavia, le autorità russe hanno fortemente respinto le accuse come infondate e presentate senza presentare alcuna prova.

Gli Stati Uniti stanno anche soffermandosi sull'idea di imporre nuove sanzioni contro la Russia per il suo uso di lavoratori schiavisti nordcoreani.

Il Dipartimento del Tesoro sta considerando ulteriori sanzioni contro la Russia a causa del loro impiego della manodopera nordcoreana, ha dichiarato Billingslea. "Continuiamo a premere insieme al Dipartimento di Stato della Russia per rispettare le risoluzioni del Consiglio di sicurezza dell'ONU che chiedono la fine del lavoro le licenze e il ritorno di quei lavoratori fuori dalla Russia e siamo preoccupati per la lentezza con cui siamo collegati, inoltre siamo estremamente preoccupati per gli altri comportamenti di evasione".

IL REGNO UNITO ESORTA UNO SFORZO DI SANZIONI GLOBALI

Il Segretario degli Esteri del Regno Unito, Jeremy Hunt, ha detto in un discorso all'Istituto di Pace degli Stati Uniti, martedì, ha esortato l'Unione Europea ad assicurarsi che le sanzioni contro la Russia siano complete e mostrino l'unità tra il blocco Ue e gli Stati Uniti.

"Oggi, il Regno Unito chiede ai suoi alleati di andare oltre, invitando l'Unione europea a garantire che le sue sanzioni contro la Russia siano esaustive e che siamo veramente vicini agli Stati Uniti", ha detto Hunt. "Questo significa chiamare e rispondere alle trasgressioni con una sola voce, ovunque e ogni volta che si verificano, dalle strade di Salisbury al cuore della Crimea".

La politica estera russa ha reso il mondo un posto più pericoloso, e l'unico modo per contrastare il comportamento aggressivo e malevolo del presidente russo Vladimir Putin è di mantenere una forte alleanza tra paesi che condividono gli stessi valori, ha aggiunto Hunt.

Billingslea ha detto durante la sua testimonianza al Senato martedì che gli Stati Uniti stanno lavorando per sostenere l'appello di Hunt per incoraggiare l'Unione Europea ad imporre maggiori sanzioni in risposta alle azioni sfavorevoli intraprese dalla Russia.

Tags:
Sanzioni contro la Russia, Sanzioni, Gran Bretagna, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik