12:08 19 Dicembre 2018
WhatsApp

Con WhatsApp verso i segreti di Stato: i politici possono usare le chat degli smartphone?

© Foto : Pixabay
Mondo
URL abbreviato
103

Il XXI secolo ci costringe a vivere secondo nuove regole, rendendo la comunicazione tramite le applicazioni di messaggistica istantanea una parte integrante della nostra vita quotidiana.

Comunicano con entusiasmo con le applicazioni di messaggistica istantanea gli impiegati e le casalinghe, i pensionati e gli studenti e come è emerso molto recentemente anche i funzionari politici di primo piano polacchi. Il presidente Andrzej Duda e il primo ministro Mateusz Morawiecki usano attivamente WhatsApp, — ha riferito il giornale polacco Rzeczpospolita. Ha parlato con il corrispondente dell'edizione polacca di Sputnik dei rischi legati all'utilizzo di tali servizi da parte dei rappresentanti della leadership politica il fondatore di diverse società IT ed esperto russo di web Anton Merkurov.

Uno dei temi più popolari nei media polacchi è l'uso attivo di WhatsApp da parte del presidente e del primo ministro. Quanto è sicuro l'uso di questa applicazione, quando si parla di persone esponenti della leadership di uno Stato?

— Tutti i personaggi politici di primo piano che padroneggiano internet in un modo o nell'altro usano il web. Prendete come esempio lo stesso presidente degli Stati Uniti che scrive su Twitter, nessuno può fermarlo. La stessa cosa accade con le applicazioni di messaggistica istantanea. Un'altra questione è se l'utilizzo sia sicuro o meno. Da un lato anche la posta elettronica lavorativa viene hackerata, come siamo venuti a conoscenza da vari processi elettorali. Dall'altra parte non c'è nulla di male nell'usare queste applicazioni per chat. WhatsApp ed altri grandi servizi si prendono cura della sicurezza di milioni di utenti. E se uno di questi milioni è il presidente, anche lui non dovrebbe subire danni.

Tuttavia è possibile equiparare l'uso di WhatsApp a livello governativo con gli stessi rischi che, a tempo debito, sono stati corsi con l'uso della posta elettronica personale di Hillary Clinton per gestire la corrispondenza ufficiale?

— Bisogna capire che le applicazioni di messaggistica istantanea non devono essere usate per trasmettere documenti catalogati come "segreti", la cui pubblicazione casuale può risultare un grosso problema. Per quanto riguarda il trasferimento di informazioni, ora questo processo è abbastanza sicuro. Se comunichiamo attraverso un'applicazione del genere, è difficile intercettarne il contenuto, poiché esiste una tecnologia di crittografia end-to-end.

Considererei personalmente questo problema da una diversa angolazione. L'accesso alla corrispondenza dei dipendenti pubblici, che ha valore giuridico, e dei funzionari, che a loro volta vivono con denaro pubblico, in teoria ci dovrebbe essere. Serve per capire la trasparenza delle loro azioni.

Quali risorse, tenendo conto della rapida diffusione delle moderne tecnologie, possono essere utilizzate per scopi personali da chi ha il potere?

— Quello che i presidenti usano nella loro vita privata, quando tornano a casa, è un loro affare. Non possiamo influenzarlo in alcun modo. E non bisogna cercare di influenzare. Vorrei partire dal presupposto che ci troviamo nel XXI secolo ed anche i presidenti sono delle persone.

In generale esistono applicazioni di messaggistica istantanea completamente sicure?

— Ci sono prodotti che forniscono un livello molto alto di sicurezza. Si può venirne a conoscenza con i dati di Electronic Frontier Foundation. Sebbene le aziende stiano cercando di rendere questi prodotti ancora più sicuri, ciò non esclude la presenza di vulnerabilità di fronte ad hacker e virus. Tuttavia più recente è il tuo modello di telefono e la versione di applicazione di messaggistica istantanea, o generalmente se usi una chat aziendale molto sicura, più i tuoi dati sono protetti.

Un politico può continuare ad utilizzare applicazioni di messaggistica istantanea avendo comunque uno smartphone con una protezione ad hoc speciale non diffusa tra i normali cittadini, a garanzia che la corrispondenza non possa essere letta da terzi?

— Indipendentemente dalla sicurezza di uno smartphone, il pericolo è che il funzionario possa perderlo casualmente o per furto. Poi ottenere l'accesso al dispositivo non è così difficile. Un'altra cosa è che ogni Stato abbia una divisione speciale delle forze di sicurezza, impegnata nella crittografia dei dati sulle comunicazioni speciali. Era così decenni fa e vale tuttora. Pertanto, a prescindere dallo smartphone del presidente, dovrebbe esserci ancora una comunicazione speciale.

Correlati:

WhatsApp darà ai servizi segreti l'accesso ai messaggi degli utenti
Nuovo virus-spia ruba i messaggi di Whatsapp e registra le conversazioni
La Cina potrebbe lasciare il mondo senza smartphone?
Tags:
Politica, Società, Smartphone, Whatsapp
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik