03:38 22 Settembre 2018
La bandiera nordcoreana al confine tra le due Coree

"Putin capirà tutto"

© AFP 2018 / SAUL LOEB
Mondo
URL abbreviato
2212

Perché Moon e Kim non arriveranno al vertice economico orientale.

I leader del Nord e Sud Corea sono ad un ennesimo vertice a Pyongyang, cercheranno, in primo luogo, un accordo su una dichiarazione formale per la fine della guerra di Corea, che aprirà la strada alla realizzazione degli accordi USA-Corea del Nord per la denuclearizzazione. Tale opinione in un'intervista Sputnik l'ha espressa il professor sudcoreano dell'Università Dong-A University, Lee Sinuk.

A suo parere, per Donald Trump è necessario dimostrare progresso, in realtà la denuclearizzazione nordcoreana serve per le elezioni di metà mandato USA e l'annuncio sulla fine della guerra deve essere fatto al più presto.

"Il presidente Moon nel corso del terzo vertice tra le due Coree a metà settembre conta di concludere un grande affare, in cui i leader del Nord e del Sud si rimettano all'Assemblea Generale delle Nazioni Unite, a fine settembre e i primi di ottobre, o insieme visiteranno la Casa Bianca e annunceranno la fine della guerra e progresso per la denuclearizzazione" ha detto l'esperto, membro della presidenza del Comitato per la cooperazione economica. "Dal momento che la Corea del Nord ha bisogno di determinate garanzie, l'assoluta denuclearizzazione per Trump non è possibile da raggiungereo. Ma così come le armi nucleari nordcoreane oggi sono una questione estremamente attuale per la sicurezza americana, anche la dichiarazione di fine guerra può essere elargita a Trump come garanzia di sicurezza USA e saranno registrati i meriti" ritiene l'esperto.

Per non perdere l'occasione storica i leader dovranno saltare il forum economico orientale a Vladivostok dall'11 al 13 settembre, dove andranno probabilmente, il primo ministro o un altro ministro. Dopo tutto, se ora il Sud e il Nord sono d'accordo sulla fine della guerra in gran parte dipenderà dal destino della leadership politica di entrambi i paesi.

Ma questo, secondo l'esperto, significa che Vladimir Putin poco probabilmente si recherà in visita a Pyongyang per un incontro con Kim Jon nel giorno della celebrazione del 70esimo anniversario della fondazione della repubblica il 9 settembre, né il 12 ottobre, quando sarà celebrato il 70esimo anniversario della creazione delle relazioni diplomatiche. Perché Donald Trump, tenendo conto delle prossime elezioni, difficilmente sarà d'accordo sul coinvolgimento della Cina o della Russia nelle trattative per la Corea del Nord.

"Gli USA non considerano la Cina e la Russia come un partner per la promozione mondiale, all'interno degli USA è molto forte l'influenza del movimento anti-russo. Quindi le probabilità che il Sud e il Nord, che hanno bisogno di concentrarsi sul raggiungimento in tempi brevi di una transazione tra USA e Corea del Nord, avranno anche incontri con la Russia e con gli USA sono abbastanza basse.

Tuttavia, il presidente Putin sa che difficilmente si potrebbe "ignorare la Russia", ma non riesce a incontrare i leader né nel mese di settembre durante il forum né nel mese di ottobre.

Egli è ben consapevole che intraprendere l'attuazione dei progetti di cooperazione economica con il Sud e il Nord, è possibile solo dopo il raggiungimento dell'accordi di denuclearizzazione USA.

Quindi, prima della dichiarazione di fine della guerra la Russia dovrà osservare le conversazioni tra Sud e Nord con gli USA, ma il comprensivo Putin saprà tranquillamente aspettare" conclude l'esperto.

Correlati:

Kim Jong-un ha passato il confine tra le due Coree, ma i giochi sono ancora tutti da fare
Le due Coree ripristinano canale di comunicazione militare per le emergenze
Nessun Trump nel dialogo tra le due Coree
Tags:
accordi, accordo, Donald Trump, Corea del Sud, Corea del Nord
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik