11:07 19 Settembre 2018
Bandiera dell'Uruguay

Ex vice-presidente dell'Uruguay Raul Sendic: intervista esclusiva a Sputnik

CC BY-SA 2.0 / Gabriel Millos / Uruguay Bandera
Mondo
URL abbreviato
0 40

Ha parlato della situazione politica del continente, e anche delle campagne di destabilizzazione e di diffamazione dei governi e dei dirigenti nella regione del Sud America.

"Da quando si è appreso dell'esistenza di un "piano Atlanta", il cui scopo era  la destabilizzazione di governi di sinistra in America Latina, ogni giorno ci è chiaro come questo piano è stato realizzato in ogni singolo paese", ha detto Sendic.

"Questo è stato fatto per mezzo di partiti politici o sindacati con determinati strati sociali. Inoltre, sono stati utilizzati i social network allo stesso modo, come è stato fatto durante la Primavera Araba. Ultimamente la democrazia notevolmente è indebolita in America Latina, è una situazione difficile", ha aggiunto.

"È evidente che il periodo di progressivo sviluppo in America Latina ha fatto male agli interessi di alcune potenze mondiali. Gli USA non potevano ignorare questo importante sviluppo, come la creazione dei cosiddetti BRICS, che erano alla ricerca di modi alternativi per favorire lo sviluppo dei paesi del terzo mondo. Per la parte materiale, volevano ridurre i guadagni di questi paesi, attraverso il deprezzamento delle loro esportazioni e limitando gli investimenti in tutta la regione. Dalla parte politica hanno condotto la fervida campagna di destabilizzazione con l'aiuto di bugie, trasmesse dai loro media, social network e  o questioni politiche sul piano giuridico".

"Molti dei progetti pubblici, che si sono evoluti nel continente sudamericano sono stati condotti a scapito del ceto medio, professionisti e lavoratori. Quindi hanno goduto di un possibile malcontento in questi strati della popolazione, per trovare la base sociale, supportare quel tipo di intervento, che era già apparso nei paesi come Nicaragua, Venezuela e a un certo punto il Brasile".

"Ho cercato di condurre questa analisi il più obiettivamente possibile, cercando di non partecipare a questo processo, ma io, senza dubbio, personalmente ho vissuto più di due anni una feroce guerra dell'informazione, con parlamentari, indagini e diverse accuse. I pregiudizi dei media e dell'opinione pubblica erano mostruosi".

"In America Latina e in tutto il mondo non è assolutamente nascosto il fascismo. Per la prima volta ha aperto è apparso in Europa, poi negli USA, dove di recente c'è stata la dimostrazione davanti alla Casa Bianca e si manifestano i tratti del fascismo in America Latina. In alcuni strati della società cominciano ad apparire il rigetto dei poveri o degli immigrati, come se fosse una colpa".

Correlati:

Concorso Sputnik Mondiale: come finirà Uruguay - Russia?
Mondiali, in Uruguay scoppia la caccia alle figurine Panini
Capo della Banca Centrale d’Uruguay: “il Bitcoin che ti permette di restare nell’ombra"
Tags:
Destabilizzazione, uruguay
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik