16:03 21 Ottobre 2018
Polizia sta di fronte alla casa dell'ex 007 russo Sergei Skripal

Deputato russo commenta posizione degli USA sul caso Skripal

© AP Photo / Frank Augstein
Mondo
URL abbreviato
140

La condanna di Washington al presunto utilizzo di armi chimiche da parte della Russia è l’ennesimo pretesa dei rappresentanti russofobici degli Stati Uniti per migliorare le relazioni tra i due paesi. Lo ha dichiarato il vice presidente della Commissione parlamentare per gli affari internazionali Alexey Chepa.

In precedenza, un rappresentante del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca ha dichiarato a Sputnik che gli Stati Uniti condannano fermamente l'uso da parte della Russia di armi chimiche, definendo "folle" l'attentato contro l'ex spia russa Sergey Skripal e la figlia in Gran Bretagna.

"Questa è un'altra opportunità per il gruppo di rappresentanti russofobici del Dipartimento di Stato, del Congresso e del Senato degli Stati Uniti di scontrarsi con la Russia e le l'élite americana che sostengono la possibilità di stabilire relazioni tra la Russia e gli Stati Uniti", ha detto Chepa.

Il parlamentare ha osservato che la dichiarazione del rappresentante del Consiglio di sicurezza nazionale della Casa Bianca è infondata e che le richieste e gli appelli della Russia per l'accesso alle informazioni e ai materiali del caso non ricevono risposta.

Gli Stati Uniti l'8 agosto hanno annunciato nuove sanzioni contro la Russia per il presunto coinvolgimento nell'attentato di Salisbury contro l'ex spia russa Sergey Skripal e la figlia Yulia. Le sanzioni sono basate sulla legge americana sul controllo delle armi chimiche e biologiche, adottata nel 1991. Le stesse sanzioni Washington le aveva introdotte a marzo di quest'anno contro la Corea del Nord per l'uso di armi chimiche nell'omicidio di Kim Jong-nam, fratello del leader nordcoreano Kim Jong-un, e contro la Siria nel 2013.    

Correlati:

Usa al Cremlino: ci saranno nuove sanzioni per il caso Skripal
Ambasciatore russo: distrutte prove su caso Skripal
Caso Skripal, esperto spiega perché l'Occidente continuerà a incolpare la Russia
Tags:
Sanzioni, spia, Armi chimiche, avvelenamento, Attentato, accuse, commento, Caso Skripal, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik