07:17 20 Ottobre 2018
Manifestazione nostalgici e reduci SS a Riga (foto d'archivio)

Facebook chiude la pagina della legione lettone delle SS

© Sputnik . Iliya Pitalev
Mondo
URL abbreviato
141

L'amministrazione di Facebook ha chiuso la pagina dedicata ai partecipanti della legione volontaria lettone delle SS. Il gruppo, con 3.300 persone iscritte, era stato creato tre anni fa. Venivano pubblicati documenti relativi, materiali d'archivio e foto.

Come raccontato al portale lettone Delfi da Māris Jurciņš, uno degli amministratori della pagina, sono riusciti a salvare una parte delle pubblicazioni ed hanno inviato una lamentela all'amministrazione di Facebook, ma non hanno ancora ricevuto alcuna risposta.

Secondo Jurciņš, il compito del gruppo era "promuovere la legione in Lettonia" e "dimostrare che non erano criminali e fascisti". Ha poi aggiunto: "E' un peccato che molte persone non possano valutarlo, hanno chiuso il gruppo".

La legione SS lettone è stata creata dal comando della Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale nel territorio del Paese baltico occupato da due divisioni di granatieri.

Le SS, così come la SD, la Gestapo e il Partito Nazionalsocialista tedesco furono riconosciuti come organizzazioni criminali durante il processo di Norimberga.

La creazione di campi di concentramento, a cui hanno preso parte le SS, è stata riconosciuta come un crimine contro l'umanità. Tuttavia ogni anno a Riga sfilano in corteo i reduci della legione lettone "Waffen SS" ed i loro sostenitori, ricorda Sputnik.

In precedenza il plenipotenziario del ministero degli Esteri russo per i diritti umani, la democrazia e lo stato di diritto Konstantin Dolgov ha affermato che l'autorizzazione delle autorità lettoni alla manifestazione dei reduci delle SS lettoni contraddice il diritto internazionale e le decisioni del tribunale di Norimberga.

Correlati:

A Riga la manifestazione dei nostalgici delle Waffen-SS
Lettonia, Riga ospita manifestazione in memoria dei legionari delle SS
In Lettonia legge equipara veterani SS e Armata Rossa, indignazione a Mosca
Tags:
Seconda guerra mondiale, Neonazismo, Social Network, Storia, Nazismo, Società, Facebook, Lettonia, Paesi Baltici
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik