07:05 18 Agosto 2018
Un orso bianc nell'Oceano glaciale artico tra la Terra di Francesco-Giuseppe e il Polo Nord.

Gli scienziati: l'uomo è fattore cancerogeno

© Sputnik . Vera Kostamo
Mondo
URL abbreviato
141

L'attività umana può direttamente e indirettamente portare ad un aumento di incidenza di cancro tra gli animali selvatici, dicono gli scienziati australiani.

L'Homo sapiens può essere considerato un "modello cancerogeno", l'incidenza del cancro negli ultimi decenni tra le persone deriva dal cambiamento di stile di vita dell'uomo alla fine del XX-XXI secolo: all'aumento di incidenza di certo contribuiscono dieta, fumo e il consumo di alcol delle persone moderne. Un ruolo importante lo giocano fattori ambientali, la composizione dell'aria e dell'acqua potabile.

Un gruppo di scienziati australiani ha suggerito che il secondo gruppo di fattori può favorire la crescita dell'incidenza di cancro non solo nelle persone, ma anche negli animali selvatici; per confermare o smentire questa ipotesi, gli scienziati hanno analizzato precedenti studi dedicati all'influenza di fattori sulla salute degli animali selvatici.

In realtà, non solo per le persone, ma per la diffusione del cancro tra gli animali selvatici, dire in quale misura il cancro influenza l'ecosistema della Terra, è difficile.

C'è una serie di studi, le conclusioni confermano l'ipotesi degli scienziati australiani; così, nel 2009, i biologi marini hanno scoperto che il 27% delle balene biache che vive alla foce del fiume San Lorenzua, a Montreal, è affetta da tumori maligni dell'intestino. Nel fiume c'è una discarica di rifiuti di diverse imprese siderurgiche e inquinanti, l'acqua quasi certamente è causa di insorgenza di neoplasie negli intestini della balena bianca. Altri studi mostrano che esistono problemi simili e si trovano in inquinate acque californiane.

Cancerogeni sono i composti negli oceani di tutto il mondo con liquami, non è l'unica fonte di inquinamento dell'acqua e dell'atmosfera, capace di provocare il cancro negli animali; gli scienziati puntano anche su isotopi radioattivi, rientrano nell'ambiente a seguito di disastri causati dall'uomo, un possibile effetto cancerogeno di pesticidi, erbicidi e fungicidi, viene utilizzato in agricoltura. Inoltre, un aumento di incidenza di cancro tra gli animali può essere promosso con l'inquinamento luminoso della città: l'illuminazione artificiale è già legata a frequenti casi di sviluppo di cancro al seno nelle donne che lavorano negli uffici, probabilmente questo è dovuto alla rottura dei ritmi circadiani e la produzione di ormoni.

Un altro fattore, secondo gli autori del lavoro, che sviluppa cancro negli animali selvatici è il cibo che ricevono regolarmente dall'uomo. Nonostante questo consenta di proteggere gli animali dalla fame, la qualità dei prodotti non sempre è pari alla qualità del cibo degli animali nell'habitat naturale; l'alimentazione può contenere grassi e zuccheri, ma anche subire inquinamento (tossine cancerogene). Effetto cancerogeno delle micotossine arriva dai funghi e fertilizzante; alle stesse tossine è associata la malattia del fegato. Una serie di studi ha rivelato la riduzione del contenuto nella dieta di animali selvatici, ricevono regolarmente cibo dall'uomo, proteine e fibre, una maggiore quantità di carboidrati semplici; gli stessi cambiamenti nella dieta producono aumento del rischio di sviluppo del cancro. L'ultimo fattore, di cui si legge nell'articolo, è la riduzione del numero di popolazioni di animali selvatici, che porta all'ibridazione associata ai rischi. La ricerca è pubblicata sulla rivista Nature Ecology and Evolution.

Gli autori dell'articolo non si pongono l'obiettivo di valutare l'impatto reale per la prevalenza del cancro tra gli animali selvatici; gli scienziati hanno identificato il problema e indicato la sua possibile nitidezza e mancanza di dati. Al fine di proteggere altri fattori, che portano ad un aumento di incidenza di cancro negli esseri umani, abbiamo bisogno di valutare l'entità del problema, scrivono gli scienziati; c'è bisogno di più ricerca per l'epidemiologia del cancro negli animali selvatici e su come le persone possono influenzare la situazione.

Correlati:

Gli scienziati hanno scoperto una proteina, che provoca il cancro del sangue
Obrador ha promesso di salvare il Messico dal "cancro" della corruzione
Un turista malato di cancro scrive lettera al suo borseggiatore a Venezia
Tags:
Scoperta, Mondo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik