17:06 17 Agosto 2018
Bandiera dell'Iran

Times: Iran ha risposto con disprezzo all'offerta di Trump sul nuovo accordo nucleare

CC BY 2.0 / Blondinrikard Fröberg / Iranian flag
Mondo
URL abbreviato
7210

Le autorità iraniane, come scrive il Times, hanno reagito con sdegno alla proposta di Donald Trump per i negoziati per la conclusione del nuovo accordo sul programma nucleare di Teheran.

Così, ad esempio, il ministro dell'interno Abdolreza Rahmani Fssli ha sottolineato che l'America non è degna di fiducia, si legge nell'articolo. Ha aggiunto che non ci sarà risposta positiva.

"L'America non è degna di fiducia, dopo che in maniera arrogante, unilateralmente, è uscita dall'accordo nucleare, come possiamo fidarci?". Altri funzionari di Teheran hanno dichiarato che tale incontro sarebbe diventato "un'umiliazione".

Il capo del Corpo dei guardiani della rivoluzione islamica, Mohammad Ali Jafari, ha dichiarato: "il popolo Iraniano non permetterà mai ai suoi funzionari di uscire e di negoziare con il grande satana, non siamo in Corea del Nord". Come ricorda il giornale, Donald Trump ha detto lunedì che è aperto ai negoziati con il leader iraniano Hassan Rohani.

"Se vogliono, mi incontrerò con loro. In qualsiasi momento, come desiderano", ha dichiarato il leader americano.

L'articolo sottolinea che dai tempi della rivoluzione islamica del 1979 in Iran nessun presidente americano ha incontrato il leader del paese. Donald Trump nel maggio di quest'anno è uscito da una transazione internazionale sul programma nucleare iraniano; Teheran, a sua volta, per un ulteriore negoziazione sulla questione ha più volte richiesto il ritorno degli USA a questi accordi.

Le sanzioni degli USA contro l'Iran entrano in vigore lunedì prossimo, scrive The Times.

Correlati:

La Turchia si smarca dalle sanzioni USA contro l'Iran
Senatori USA avvertono Berlino-Parigi-Londra dei rischi per elusione sanzioni contro Iran
In Iran uccisi 11 militari in attacco di ribelli
Tags:
Nucleare, nucleare, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik