19:28 21 Agosto 2018
armi da fuoco

Brasile: ognuno per se, cresce il numero di armi da fuoco registrate

© AFP 2018 / Miguel SCHINCARIOL
Mondo
URL abbreviato
102

Secondo l'organizzazione "Sono per la pace" (Sou da Paz), il numero di armi da fuoco registrate in Brasile è cresciuto di circa otto volte rispetto ai dati di dieci anni fa.

Nel 2007 c'erano 3901 armi da fuoco registrate a nome di privati, mentre nel 2017 ce ne sono 33031 con una crescita del 745% in un decennio.

Lo scorso anno il numero totale di armi registrate nel paese era di 328.893 unità, lo stato in testa era il Rio Grande do Sul con 52.909 unità, seguite dallo stato di Sao Paulo (48487) e Santa Catarina (33392).

Come si può spiegare l'aumento del numero di armi nelle mani dei privati? Questo è collegato all'aumento del livello di criminalità nel paese? L'acquisto di armi può essere spiegato dal fatto che i brasiliani non si sentono al sicuro?

Si. Per lo meno così la pensa Bruno Langeani, specialista dell'organizzazione "Sono per la pace", con il quale ha parlato Sputnik Brazil.

"Sì, credo che una delle principali spiegazioni per l'aumento della domanda di armi sia associata a una mancanza di sicurezza. In varie regioni del paese, specialmente nel nord-est, il numero di omicidi è aumentato. Dal punto di vista della persona singola, bisogna comprendere questa paura della popolazione e bisogna rendersi conto che la decisione di comprare o meno armi porta a certe conseguenze".

"Questo è legato a dati reali, alla reale crescita della criminalità in molti paesi, e a come si diffondono le informazioni sulla violenza negli stati del Brasile".

L'interlocutore di Sputnik pone l'attenzione sul fatto che nonostante la paura spieghi la volontà dei cittadini di acquistare armi, dall'altra parte il possibile annullamento del Decreto sul disarmo (Estatuto do Desarmamento, una legge federale approvata in Brasile nel 2003 che complica l'acquisizione e il trasporto di armi di piccolo calibro e pensata per ridurre il possesso di armi da fuoco tra la popolazione), sostenuto dai politici conservatori del paese, indubbiamente incrementerà il numero di armi in circolazione e, di conseguenza, già gli spaventosi indicatori del livello di criminalità.

"La quantità di vittime da armi da fuoco prima dell'adozione del Decreto sul disarmo era più o meno del 7%. Dopo l'adozione del decreto nel 2004 e nel 2005 questi indicatori sono diminuiti e, nonostante il fatto che questi indicatori sono tornati a crescere, le cifre erano comunque più basse. In precedenza gli indicatori erano pari al 7%, mentre dopo l'adozione del decreto erano pari allo 0.3%. Dunque dobbiamo monitorare attentamente la conservazione di questa legge" ha affermato Bruno Langeani.

Correlati:

I rapporti tra Russia e Brasile secondo l'ambasciatore russo
Cosa hanno in comune la democrazia USA e quella del Brasile?
USA regalano al Brasile armi vecchie, ma "utili"
Esperto: la criminalità in Brasile va combattuta con le riforme e non con le armi
Tags:
Armi, Produzione armi da fuoco, Armi, Sputnik, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik