12:20 20 Novembre 2018
Polizia italiana

Ex senatore Dmitrij Krivitsky rifiuta l'estradizione in Russia

© AFP 2018 / OLIVIER MORIN
Mondo
URL abbreviato
0 09

L’ex senatore russo Dmitrij Krivitsky, arrestato ieri a Cortina d’Ampezzo, ha rifiutato l'estradizione volontaria in Russia, dove è in corso un procedimento per corruzione. Lo ha dichiarato a Sputnik il suo avvocato Mauro Anetrini.

"Ha respinto la proposta del tribunale sull'estradizione volontaria. Abbiamo chiesto il rilascio, e la risposta la sapremo tra una settimana", ha detto l'avvocato.

Anetrini ha spiegato che Krivitsky ha chiesto asilo in Francia un anno fa e la parte francese lo ha informato che i suoi movimenti nell'UE non sono limitati dalla Convenzione di Ginevra."Non sapeva che era stato emesso un mandato di cattura internazionale, e non sapeva che volevano arrestarlo", ha detto il legale.

Egli ha osservando che la decisione di concedere lo status di rifugiato sarà presa dalla Francia a novembre. 

"Resisteremo con tutte le nostre forze alla sua estradizione in Russia", ha concluso l'avvocato.

Alla fine di marzo il tribunale dell'oblast di Novgorod e la Direzione investigativa regionale hanno accusato l'ex senatore Dmitrij Krivitsky di aver intascato una tangente di 15 milioni di rubli e ne hanno ordinato l'arresto.    

Correlati:

Oltre 61 richieste di estradizione dalla Russia pervenute a Londra per reati finanziari
Russia rifiuta al Montenegro estradizione di sospetto golpista
Russia, formalizzata richiesta estradizione da Usa di pilota Yaroshenko
Tags:
corruzione, tangenti, estradizione, Arresto, Russia, Italia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik