03:53 16 Novembre 2018
Kirill Vyshinsky al tribunale

OSCE chiamata in causa per la libertà di stampa dopo arresto giornalista RIA Novosti

© Sputnik . Stringer
Mondo
URL abbreviato
1100

L'Alto commissario russo per i diritti umani Tatiana Moskalkova ha chiesto che l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) richieda che le autorità ucraine fermino il procedimento penale.

L'Alto commissario russo per i diritti umani Tatiana Moskalkova ha espresso la speranza che l'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) richieda che le autorità ucraine fermino il procedimento penale contro il capo del portale RIA Novosti Ucraina Kirill Vyshinsky e lo liberino dalla detenzione.

"Spero che l'OSCE sia pronta a chiedere alla parte ucraina di fermare il suo processo penale contro Kirill Vyshinsky e di rilasciarlo dalla detenzione. Penso che una posizione di un'organizzazione internazionale così rispettata non possa essere ignorata, per noi è assolutamente ovvio che quest'uomo è innocente ed è stato punito per il suo impegno per la libertà di parola", ha detto Moskalkova in un'intervista con l'agenzia stampa russa RBC.

Il 15 maggio il Servizio di sicurezza dell'Ucraina (SBU) ha fatto irruzione nell'ufficio del portale RIA Novosti Ukraine a Kiev e ha arrestato Vyshinsky con l'accusa di sostegno alle repubbliche popolari di Donetsk e di Luhansk, nonché al tradimento. Il 17 maggio, il tribunale di Kherson ha stabilito che Vyshinsky sarebbe stato arrestato per 60 giorni senza cauzione. Il 13 luglio, la corte ha prolungato l'arresto per altri due mesi.

Il presidente russo Vladimir Putin ha detto che l'arresto di Vyshinsky ha motivazioni politiche e che quanto accaduto ha dimostrato una politica verso i giornalisti senza precedenti e inaccettabile da parte delle autorità ucraine. Giornalisti che stavano semplicemente facendo il loro lavoro.

Harlem Desir, il rappresentante per la libertà dell'OSCE, ha espresso la sua preoccupazione per le azioni della SBU e si è impegnata a seguire gli sviluppi che circondano l'arresto di Vyshinsky. Ha ricordato che, ai sensi dell'Atto finale di Helsinki, l'OCSE afferma "si è impegnato a facilitare le condizioni in base alle quali i giornalisti di uno Stato partecipante esercitano la loro professione in un altro Stato partecipante".

 

Tags:
OSCE, Kirill Vyshinsky, Russia, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik