05:59 16 Novembre 2018
Fondo Monetario Internazionale (FMI)

FMI: sottovalutazione del rublo e la sopravvalutazione del dollaro

© AP Photo / Itsuo Inouye
Mondo
URL abbreviato
0 45

Il rublo è leggermente sottovalutato, hanno concluso gli esperti del FMI.

ll cambio della valuta americana, al contrario, è sopravvalutato dell'8-16% rispetto ai fondamentali valori. Il rublo russo è sottovalutato di circa il 5%, secondo l'annuale rapporto del FMI sull'equilibrio esterno (External Balance Report), dice RBC, è stato sottolineato, che sono stati usati il modello di valutazione esterna di equilibrio (OBC) e l'indice di tasso di cambio effettivo reale (REER), che consentono di ottenere un indice di riferimento del tasso di cambio.

Il modello OBC valuta il saldo delle partite correnti del paese insieme ad altre caratteristiche (ad esempio, la struttura demografica o reddito) e l'orientamento della politica economica. L'indice di tasso di cambio effettivo reale è di una media ponderata, variazione del tasso di cambio del rublo rispetto al paniere di valute dei principali partner commerciali della Russia, corretto per la variazione dei prezzi relativi. La reale efficacia di cambio è uno dei principali indicatori che caratterizzano il cambiamento di competitività dei paesi sul mercato mondiale.

Se la reale efficacia di cambio della valuta nazionale aumenta, la posizione competitiva del paese nel mercato globale peggiorano: l'export diventa più costoso, mentre le importazioni più convenienti. La posizione esterna della Russia nel 2017 era più debole di quanto ci si aspetterebbe sulla base dei fondamentali valori e la situazione politica, ha detto il FMI.

Nel 2018 aveva raccolto le tensioni geopolitiche, questo ha portato al deprezzamento del rublo, ma non ha cambiato la valutazione complessiva del suo valore, dicono gli autori del rapporto. Un forte indebolimento del rublo si è verificato nel mese di aprile, dopo che gli USA hanno esteso le sanzioni contro la Russia e, in particolare, contro la Rusal, il più grande produttore di alluminio. Martedì il rublo si è indebolito dopo le dichiarazioni del presidente degli Donald Trump: "la Russia farà tutti gli sforzi per influenzare le prossime elezioni", e aiuterà il Partito Democratico, dopo c'è stata la notizia della proposta dei senatori USA di estendere le sanzioni.

Negli ultimi tre anni il governo russo e la Banca centrale hanno preso misure per allentare il legame tra rublo e i prezzi del petrolio per creare un ambiente stabile per gli esportatori e la loro protezione dalla volatilità del mercato, ha spiegato nel mese di maggio il capo del Ministero dello sviluppo economico Maxim Oreshkin. Da febbraio 2017 il Ministero delle finanze dirige ricavi ulteriori di petrolio e gas, quando il prezzo del petrolio è al di sopra dei 40 dollari al barile, secondo il Fondo nazionale per il welfare nel quadro di regole di bilancio. Senza esso il dollaro attualmente è pari a 50 euro, ha sostenuto nel mese di maggio Oreshkin, nel mese di giugno ha scelto il ministro delle Finanze Anton Siluanov. Il tasso di cambio effettivo del dollaro nel 2017 è stato sopravvalutato dell'8-16% rispetto al valore del medio termine, scrive nel suo rapporto l'FMI. L'indebolimento della valuta statunitense ha ridotto il divario, sottolineano gli esperti del fondo. In passato la revisione a luglio 2017 ha stimato la sopravvalutazione della moneta americana del 10-20%.

Correlati:

Orbanomics: l'economia ungherese fuori dal controllo del FMI, ed è andata bene
Parlamento Ucraino propone di ricattare FMI con un default
Ucraina, ministro avverte: senza i soldi del FMI sarà default
Tags:
Rublo, FMI, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik