03:01 18 Novembre 2018
Inquinamento dell'ambiente

Nel 2017 sono stati uccisi in tutto il mondo più di 200 ambientalisti

© AP Photo / Branden Camp
Mondo
URL abbreviato
112

Almeno 207 persone coinvolte nella salvaguardia dell’ambiente sono state uccise lo scorso anno. Lo afferma la relazione "At what cost?" della ong britannita Global Witness.

Stando al rapporto, nel 2017 è stato registrato un numero record di omicidi che hanno coinvolto persone legate alla difesa ambientale.

"L'omicidio è uno dei modi principali per mettere a tacere i difensori, oltre alle minacce di morte, arresti, violenze, rapimenti e aggressioni all'interno della legge", afferma il rapporto.

La Global Witness afferma che il maggior numero di omicidi di ambientalisti è stato registrato in Brasile (57 omicidi); gli altri paesi sono le Filippine (48), il Messico (15) e il Perù (8). Tra i 22 paesi menzionati dall'organizzazione non figura la Russia.

L'organizzazione riferisce che le vittime generalmente sono autorità locali, attivisti e ambientalisti che cercano di proteggere le loro case e comunità dalle industrie distruttive.    

Correlati:

L'inquinamento rende "fragile" il pene degli orsi polari
Inquinamento, Londra è una città invivibile
Definite le principali fonti di inquinamento del mare
Tags:
omicidi, Ambiente, Perù, Messico, Filippine, Brasile
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik