19:28 21 Agosto 2018
Proteste a Basra, Iraq, il luglio 15 2018

Iraq, proteste in strada: 14 morti, 800 arrestati

© AP Photo /
Mondo
URL abbreviato
123

Si manifesta contro la corruzione, la disoccupazione e la mancanza di servizi di base.

Le città del sud dell'Iraq stanno affrontando massicce proteste contro la corruzione, la disoccupazione e la mancanza di servizi di base, che hanno lasciato almeno 14 morti e centinaia di feriti, secondo quanto riportato dai media locali.

Per affrontare le proteste, che durano da oltre due settimane, le forze dell'ordine irachene hanno fatto uso si gas lacrimogeni e cannoni ad acqua, ha riferito l'agenzia di stampa Rudaw citando Fadel al-Gharrawi, membro della commissione irachena per i diritti umani.

Secondo altri resoconti dei media, circa 275 manifestanti e 470 agenti di polizia sono rimasti feriti mentre oltre 800 persone sono state arrestate.

Tra le richieste delle organizzazioni per i diritti umani di porre fine alla violenza, il primo ministro iracheno Haider Abadi ha formato una cellula di crisi per rispondere alle proteste promettendo di completare i progetti infrastrutturali e migliorare la formazione professionale.

La situazione economica e sociale in Iraq, devastata da 15 anni di conflitti militari, rimane tesa con molte città nella parte settentrionale del paese rovinate durante la recente campagna contro il gruppo terrorista dello Stato islamico (IS, fuorilegge in Russia).

Correlati:

Iraq riceve 39 carri armati di produzione russa
La Turchia lascia l’Iraq senza acqua
UE e la NATO hanno deciso di aumentare la propria presenza in Iraq
La coalizione si assume la responsabilità della morte di 940 civili in Siria e Iraq
Tags:
Proteste, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik