20:06 16 Agosto 2018
Attivista russa Maria Butina

Ministero Esteri organizza flash mob per studentessa russa accusata di spionaggio

Facebook / Maria Butina
Mondo
URL abbreviato
3124

"Un altro russo è stato arrestato negli Stati Uniti senza alcun motivo plausibile: chiediamo il suo rilascio immediato, sosteniamola con un tag #FreeMariaButina", ha scritto Polyanskiy su Twitter.

Il primo rappresentante permanente della Russia presso le Nazioni Unite Dmitry Polyanskiy si è unito a un flash mob, lanciato dal ministero degli Esteri russo, per sostenere la cittadina russa Maria Butina, arrestata all'inizio di questa settimana dalle autorità statunitensi e accusata di cospirazione come agente straniero.

"Un altro russo è stato arrestato negli Stati Uniti senza alcun motivo plausibile: chiediamo il suo rilascio immediato, sosteniamola con un tag #FreeMariaButina", ha scritto Polyanskiy su Twitter.

Butina, 29 anni, è una studentessa russa che si è recentemente laureata alla American University a Washington DC con un master in relazioni internazionali. Domenica scorsa, le autorità statunitensi l'hanno arrestata e accusata di cospirazione e di aver agito come agente straniero.

Mercoledì, ha negato entrambe le accuse al tribunale federale di Washington, ma è stata rinviata in custodia cautelare senza cauzione, in quanto considerata a rischio di fuga. Le si prospettano fino a 15 anni di carcere.

La portavoce del ministero degli Esteri russo Maria Zaharova ha detto che Butina è stata detenuta proprio prima del vertice tra il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e il presidente russo Vladimir Putin a Helsinki, nel tentativo di minimizzare i risultati positivi dell'incontro.

 

Tags:
spia, spionaggio, Maria Butina, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik