07:05 18 Agosto 2018
Squadre miste italo-russe di calcetto a Mosca

I mondiali non finiscono mai

© Sputnik . Alessio Trovato
Mondo
URL abbreviato
Alessio Trovato
1100

Sì, magari qui i russi non sempre quando segnano esultano con il saluto militare alla Dzjuba o agli italiani esce l’urlo di Tardelli, è vero anche che prima della partita non suonano l’inno, che non c’è la ola, niente striscioni, niente telecamere, VAR, reporter, interviste, niente di niente… però per la miseria quanto si divertono!

E’ come tornare bambini all’ora di ricreazione — squadre miste italiani/russi, spesso anche tante altre nazionalità, tutte le età, tutti insieme a pallonarsi, farsi prendere dai crampi, ridere e contumarsi ma anche, qualche volta capita anche questo perché no, trovare la giocata che poi te la racconti per tutta la settimana perché c’era la ragazza che t’ha fatto la foto e sembravi Baggio ai tempi d’oro.

Massimo Galano
Massimo Galano
Massimo Galano

“Mi chiamo Massimo Galano, 42 anni, a Mosca da 10. Sposato con una cittadina di Mosca da 7 anni e mezzo, matrimonio che è stato la ragione principale del mio arrivo nella capitale russa. Viviamo in centro, poco distante dallo stadio dove si è giocata la finale. Avevamo uno showroom di moda italiana, grandi soddisfazioni per almeno tre anni, poi per via della crisi in quel settore, abbiamo chiuso e adesso gestiamo una bella pasticceria e offriamo anche consulenze a connazionali che vogliono anche loro aprire qui piccole attività”.  

Massimo è ‘il Capo’ ma oggi non c’è per via di una delle sue parentesi in Italia, mi faccio quindi mandare la sua presentazione via mail e gli chiedo di spiegarmi come sia possibile che ‘ogni maledetto martedì’, oramai da anni, qui a Mosca si giochi il ‘Fight Club’ del calcetto internazionale anche senza la FIFA.

Italiani e russi nelle squadre di calcetto a Mosca
© Sputnik . Alessio Trovato
Italiani e russi nelle squadre di calcetto a Mosca

“Circa 9 anni fa iniziai ad affiancare Lamberto S. Gottardi nell’organizzazione della storica partita della domenica che gli italiani giocano qui a Mosca già da più di 20 anni. Ad un certo punto mi sono reso conto che le richieste stavano aumentando e che il gruppo ideato da Lamberto, e che già gestivo io, non ce l’avrebbe fatta a soddisfarle tutte. Con l’aiuto di altri due ragazzi ho deciso allora di creare l’appuntamento del martedì, meno selettivo, e il gruppo Fb per la gestione (“Calciatori italiani a Mosca!!!”). Si sono uniti a noi per primi i russi, ma poi anche inglesi, francesi, olandesi e persino anche uno di Singapore. Si gioca secondo un sistema di rotazione per dare la possibilità a tutti, all’aperto da maggio a settembre e, per ovvi motivi, in strutture coperte negli altri mesi”.

© Sputnik . Alessio Trovato
Squadre miste italo-russe di calcetto a Mosca

Massimo, ma quello che vedo io è che qui non c’è solo una pagina fb di appoggio, qui c’è anche organizzazione, perseveranza, costanza. Non penso sia uno scherzo mandare avanti un’attività del genere che coinvolge tanta gente. L’attività sarà pure dilettantistica ma il sistema mi pare professionale. Immagino comporti un certo impegno, cosa vi spinge a tanto?

“Alla fine, la più grande vittoria per tutti noi, è che grazie allo sport ci si sente uniti al di là di fedi calcistiche, provenienze e posizioni sociali”.

Correlati:

Mondiali alla russa
Lothar, il campione lo vedi dal tocco
Tags:
calcio, Calcio, Mosca
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik