19:23 14 Agosto 2018
Taiwan

La Cina avverte gli USA di stare fuori dalla questione Taiwan

© AP Photo / Chiang Ying-ying
Mondo
URL abbreviato
2171

Oggi sono iniziate le esercitazioni militari nel Mar Cinese orientale, mentre ieri il ministero della difesa di Taiwan ha riferito dell’acquisto di 15 elicotteri Apache AH-64E statunitensi. Gli esperti intervistati da Sputnik affermano che le esercitazioni cinesi siano un segnale a Washington a non incoraggiare i separatisti di Taiwan.

L'esperto militare Vladimir Evseev crede che le esercitazioni militari cinesi servano ad inviare un segnale a Washington."Le esercitazioni sono una sorta di invito al dialogo per gli Stati Uniti, in modo che non dimentichino che ci sono problemi che la Cina desidera risolvere esclusivamente al tavolo dei negoziati", ha detto l'esperto.

Evseev ha osservato che le esercitazioni sono iniziate immediatamente dopo il vertice russo-americano di Helsinki.

"La Cina ritiene che Trump, avendo iniziato il dialogo con la Russia, non dovrebbe dimenticare la continuazione del dialogo con la Cina sulla risoluzione di una serie di importanti problemi che riguardano direttamente gli Stati Uniti e i loro alleati asiatici. Dopo l'incontro tra Vladimir Putin e Donald Trump a Helsinki, la Cina molto probabilmente ritiene che sarebbe opportuno tenere un vertice per discutere i problemi che esistono nella regione Asia-Pacifico, o piuttosto nella regione indo-pacifica", ha spiegato l'esperto.

Un particolare delle esercitazioni cinesi è che si svolgono in una perimetro molto simili per dimensioni all'isola di Taiwan. A questo proposito, il quotidiano Global Times cita l'esperto militare Song Zhongping che ha rivelato che l'esercito cinese conduce spesso esercitazioni che includono lo sviluppo di manovre per assediare l'isola. L'analista ritiene che l'obiettivo principale di questi esercizi sia quello di inviare un serio avvertimento ai separatisti di Taiwan.

Chen Xiaoxiao, esperto del Centro per gli studi di Taiwan presso l'Università di Xiamen, ha voluto attirare l'attenzione sul sostegno che gli Stati Uniti forniscono a Taiwan.

"Recentemente gli Stati Uniti hanno intensificato le proprie attività relative a Taiwan. Ci sono anche rapporti sensazionali sul presunto utilizzo dei marines statunitensi per proteggere l'American Institute di Taiwan. E il 7 luglio due cacciatorpediniere americane hanno transitato nello Stretto di Taiwan. Tali azioni complicano indubbiamente le relazioni sino-americane, che sono già messe in ombra dalle attuali tensioni commerciali ed economiche. Creano problemi alla sicurezza nazionale della Cina. Pertanto, la parte cinese deve impedire questa attività degli Stati Uniti", ha spiegato l'esperto.

Xiaoxiao crede che gli Stati Uniti stiano spalleggiando Taiwan nel suo braccio di ferro con Pechino per l'indipendenza, cercando il modo di far intervenire Washington negli affari tra l'isola e il continente.

"Le autorità dell'isola nelle relazioni con la terraferma hanno scelto di recente la strada del confronto, non della cooperazione, cercando di persuadere gli Stati Uniti a sostenere l'indipendenza di Taiwan. Questo è intollerabile per il governo cinese e porterà inevitabilmente all'applicazione di misure severe e sanzioni contro Taiwan. Le esercitazioni militari nel Mar Cinese orientale sono solo un preludio. In futuro la Cina introdurrà misure restrittive ancora più severe contro le forze che difendono l'indipendenza di Taiwan", ha concluso l'esperto.

Correlati:

Navi da guerra americane sono passate attraverso lo stretto di Taiwan
La Cina reagisce a dichiarazioni USA su Hong Kong, Taiwan e Macao
“Taiwan vuole la pace, ma si prepara alla guerra”
Tags:
sostegno, Indipendenza, Esercitazioni militari, esperti, Taiwan, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik