08:17 20 Novembre 2018
Emblema Mondiali di calcio 2018 in Russia

Cherchesov interrompe intervista dopo la questione del doping

© Sputnik . Alexander Vilf
Mondo
URL abbreviato
1140

L'allenatore della nazionale di calcio Stanislav Cherchesov ha interrotto un'intervista con lo Spiegel, dopo la questione dell'eventuale abuso di sostanze dopanti degli atleti russi.

Nel corso dell'incontro, i giornalisti hanno accennato alla possibilità di una violazione delle regole antidoping dei giocatori della nazionale. Secondo loro, le alte prestazioni sono "dubbie".

L'allenatore, a sua volta, ha ricordato il suo lavoro alla squadra di calcio a Varsavia, con la Legia, che sotto la sua guida è diventata campione e ha vinto una coppa.

"La mia squadra qui è stata testata per doping dopo ogni partita, in ogni formazione di base, di nuovo e di nuovo", ha sottolineato.

Ma i giornalisti hanno dichiarato che i calciatori al torneo li osservavano "con sospetto".

"Alla Russia non interessa cosa ne pensate", ha risposto l'allenatore, che ha sottolineato che gli obiettivi che si prefigge, possono essere raggiunti solo con mezzi legali. 

Ha anche chiesto di portare almeno un esempio di doping nel calcio russo. I giornalisti hanno parlato del difensore "Rubino" Ruslan Kambolov, come se fosse nella lista dei sospetti dell'agenzia Mondiale antidoping. Nella prova del 2015 gli è stato trovato desametasone, che il calciatore ha preso tre mesi prima del test per il trattamento dopo un avvelenamento. Per le regole WADA non è vietato. La FIFA ha riconosciuto l'atleta colpevole nel mese di febbraio.

"Questo non prova nulla! Parlami di qualcosa che è stato davvero dimostrato, e io ti risponderò"  ha detto ai giornalisti.

Poi l'allenatore della squadra russa ha lasciato la stanza e si è diretto verso l'uscita dell'albergo, dove si è svolta l'intervista. Dopo un pò ha scelto di continuare la conversazione, ha sottolineato, di voler parlare del suo lavoro con la squadra, e non del "doping". In precedenza si è appreso che tutti i campioni dei giocatori della nazionale, sono risultati negativi.

Da gennaio 2018 la FIFA, Confederazione e l'organizzazione nazionale antidoping hanno condotto un totale di 2037 test e preso 3985 campioni di urina e sangue. La FIFA ha preso 2761 campioni prima della Coppa del mondo e 626 direttamente nel periodo di svolgimento del torneo. L'ufficio stampa della FIFA osserva che tutti i campioni sono stati analizzati in laboratori accreditati dell'agenzia mondiale antidoping. Come ha detto il segretario generale della FIFA Fatma Samura, nel calcio il doping è ai più bassi livelli, è di circa lo 0,1 per cento.

Correlati:

Liberation: il caso doping nel curling suscita più domande che rancore
Putin sicuro, lo scandalo doping contro la Russia ha matrice politica
Putin: atleti accusati di doping devono essere difesi nei tribunali civili
Tags:
calcio, calcio, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik