06:25 21 Novembre 2018
Taj Mahal

Corte Suprema indiana propone di demolire il Taj Mahal

© Sputnik . Sergey Mamontov
Mondo
URL abbreviato
304

I giudici della Corte Suprema indiana hanno dichiarato che avrebbero forzato il governo a demolire il Taj Mahal se non fosse stato restaurato, secondo quanto riporta l'Hindustan Times.

Secondo i giudici, il famoso monumento ha subito danni irreparabili. Il marmo bianco con cui è stato costruito il Taj Mahal si è ricoperto di muffa e in 350 anni sono apparse numerose crepe, e il governo non fa nulla per preservare l'antico mausoleo.

In una lettera inviata al governo indiano, i giudici offrono tre opzioni per risolvere il problema: la chiusura del Taj Mahal, la sua demolizione o il suo restauro.

Le autorità del paese hanno già promesso di comprendere la situazione e hanno dichiarato che l'Università tecnica indiana risolverà il problema e che presenterà il piano corrispondente nei prossimi quattro mesi.

Il Taj Mahal è una moschea-mausoleo unica, situata ad Agra, in India. L'edificio fu costruito nel 1653 per ordine del discendente di Tamerlano, la padishah dell'Impero Baburid Shah Jahan. Nel 1983 il Taj Mahal è stato nominato patrimonio mondiale dell'UNESCO. Secondo le statistiche, è visitato giornalmente da più di 200.000 persone.

Correlati:

L'India risponde alle minacce di sanzioni USA
L’India cambia il suo approccio alla strategia indo-pacifica USA?
India, approvato l'accordo per l’acquisto dei sistemi missilistici russi S-400
Tags:
Archeologia, monumenti, Monumento, Archeologia ferita, India
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik