13:01 22 Luglio 2018
Caccia F-35

Sogni ambiziosi: l'Europa crea caccia di 6° generazione per sostituire gli americani F-35

© AP Photo / Rick Bowmer
Mondo
URL abbreviato
547

I rappresentanti delle imprese europee della difesa hanno dichiarato a Sputnik a che punto si trova lo sviluppo del caccia di 6° generazione. A sua volta un analista militare russo ha commentato come potrebbe essere il futuro dell'aviazione europea.

Diversi Paesi europei stanno già lavorando a caccia di 6° generazione. I progetti denominati Future Combat Air System sono già stati elaborati da società provenienti da Regno Unito, Francia e Germania. L'edizione spagnola di Sputnik ha contattato i rappresentanti di queste aziende ed ha inoltre sentito l'opinione di un esperto sul motivo per cui l'Europa sta cercando un sostituto agli aerei americani F-35.

Future Combat Air System è la denominazione comune utilizzata per il potenziale caccia di 6° generazione sia nel Regno Unito che per il progetto congiunto franco-tedesco.

Inizialmente il progetto era uno solo e veniva sviluppato congiuntamente dal Regno Unito e dalla Francia, ma la decisione di Londra sulla Brexit ha stravolto il contesto politico-militare e messo in discussione la cooperazione nel settore della difesa, compresi progetti di prospettiva.

Così lo scorso aprile Airbus e Dassault Aviation hanno firmato un accordo di cooperazione per sviluppare il progetto Future Combat Air System (FCAS) senza menzionare Londra.

All'inizio di luglio a sua volta il governo britannico ha affidato alla società di difesa BAE Systems un contratto di 12 mesi per lavorare al progetto FCAS.

Secondo i piani originari, il primo modello di velivolo dovrebbe essere presentato approssimativamente nel 2025 e l'entrata in servizio dovrebbe avvenire verso il 2040.

Le date di implementazione del progetto non sono state completamente determinate e lo stesso progetto è circondato da incertezze relativamente ai Paesi partecipanti.

"Un vero progetto europeo"

Sputnik si è rivolta alle aziende coinvolte nello sviluppo del progetto FCAS.

In risposta ad una richiesta ufficiale dell'agenzia, i rappresentanti della BAE Systems hanno dichiarato di "cooperare attivamente con il ministero della Difesa del Regno Unito ed altre imprese militari nello sviluppo di tecnologie avanzate per l'aviazione".

Inoltre nel comunicato dei rappresentanti dell'ufficio stampa della società è stato evidenziato che la BAE Systems continua ad investire in nuove e promettenti tecnologie per la richiesta di progettazione di un "aereo del futuro".

A sua volta in risposta alla richiesta di Sputnik, Airbus ha confermato che il primo volo del FCAS dovrebbe avvenire nel 2040, tuttavia questi tempi possono cambiare a seconda della complessità del progetto.

"In questa fase, non sono stati ancora firmati contratti e non è stata presentata la roadmap del progetto, ma si prevede che verrà elaborata entro la fine del 2018. Tuttavia, siamo fiduciosi che questo dovrebbe diventare un vero progetto europeo", ha dichiarato il direttore del dipartimento di comunicazione con i media di "Airbus Defence and Space" Florian Taitsch.

In una lettera ufficiale, il rappresentante di Airbus ha definito Future Combat Air System come "una decisione europea indipendente".

Ha inoltre notato che altri Paesi europei potrebbero aderire al progetto in una fase successiva della sua implementazione.

Secondo il rappresentante di Airbus, al momento non esiste un'influenza diretta della Brexit sull'attuazione del FCAS, in quanto Francia e Germania portano avanti il progetto in modo indipendente.

Inoltre nei media era circolata in precedenza una notizia sulla possibile partecipazione della Spagna al progetto Future Combat Air System. Su richiesta di Sputnik i funzionari del ministero della Difesa della Spagna hanno affermato che la scorsa primavera Francia e Germania hanno proposto a Madrid di prendere parte al progetto in qualità di "osservatore". Questa informazione è stata confermata a Sputnik dall'Airbus.

In questa fase il ministero della Difesa iberico sta prendendo in considerazione questa proposta e sta studiando come il Paese "potrebbe essere coinvolto in un progetto di così grande importanza".

Trovare un sostituto degli F-35

Il caccia F-35 di 5° generazione (attivamente promosso nel mercato europeo) viene definito come un progetto sviluppato dagli Stati Uniti in collaborazione con altri Paesi (tra cui Londra), tuttavia il principale beneficiario dei profitti generati dalla vendita di questi aerei è la compagnia americana Lockheed Martin, ha dichiarato a Sputnik Dmitry Drozdenko, vice direttore della rivista russa "Arsenale della patria".

"Lo sviluppo di un mezzo proprio per l'Europa significa il ripristino delle proprie industrie ad alta tecnologia nel settore aerospaziale, nonché il trasferimento dei profitti. Si tratta di una questione puramente monetaria", ha osservato Drozdenko.

L'esperto ha sottolineato che la questione della partecipazione di Londra al progetto franco-tedesco FCAS è emblematico della lotta per prendersi gli introiti derivanti dalla vendita di questi aerei.

"Quando Francia e Germania parlano del proprio aereo, è chiaro che lo faranno da soli e che i soldi rimarranno in questi Paesi. Secondo me, il Regno Unito, in qualche modo sta cercando di saltare in un treno in corsa. Nonostante si tratti di un progetto di un futuro non prossimo, si notano già le liti", ha detto l'interlocutore dell'agenzia.

Drozdenko si è dichiarato scettico riguardo alle tempistiche annunciate del primo volo e della produzione dell'aeromobile, affermando che la creazione di un aereo simile è un processo molto complicato.

È possibile che entro il 2040 alcuni aerei decollino, ma la produzione in serie in questa data è in dubbio, ha aggiunto l'esperto, definendo l'attuale fase di lavoro sui velivoli FCAS di sesta generazione "un progetto".

L'esperto inoltre non ha escluso la partecipazione di altri Paesi europei al progetto, rilevando che la redistribuzione della produzione potrebbe contribuire allo sviluppo delle capacità tecnologiche dei Paesi partecipanti.

Correlati:

Trenta: non compreremo altri F-35
Il caccia russo Su-57 costa 2,5 volte in meno rispetto all'americano F-35
Times: F-35 bloccati negli Stati Uniti dal maltempo
L’F-35 ha già bisogno di miliardi di dollari per la modernizzazione
Tags:
Geopolitica, Occidente, Difesa, Sicurezza, Cooperazione militare, Tecnologia, F-35, Brexit, Aviazione, Unione Europea, BAE Systems, Dassault Group, Airbus, Lockheed Martin, UE, USA, Gran Bretagna, Germania, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik