18:47 16 Luglio 2018
Brexit

Perché il Regno Unito stabilisce cooperazione tra i Balcani occidentali e l'UE?

© REUTERS / Neil Hall
Mondo
URL abbreviato
105

Il vertice dei Balcani occidentali, tenutosi a Londra, ha come obiettivo principale raggiungere una cooperazione efficace tra i paesi dei Balcani e l'UE, nonostante il fatto che la Gran Bretagna stia lasciando l'UE. In che modo Londra "allenerà" i candidati all'adesione all'UE, con un piede già fuori dalla soglia?

Il 10 luglio a Londra si aprirà il vertice, dedicato allo sviluppo dei Balcani occidentali, che analizzerà le scelte del percorso di integrazione europea dei paesi dei Balcani che non sono membri dell'Unione Europea: Serbia, Montenegro, Bosnia-Erzegovina, Macedonia, Albania, e la Repubblica autoproclamata del Kosovo, così come alcuni paesi adiacenti a loro o che solo hanno interessi nella regione del paese dell'UE: Germania, Francia, Austria, Italia, Slovenia, Croazia. Questo vertice sarà il quinto dopo quello di Berlino, Vienna, Parigi e Trieste nel quadro del Processo di Berlino avviato da Angela Merkel nel 2014. Il Processo di Berlino ha l'idea principale di conseguire una cooperazione più efficace dei paesi dei Balcani con l'UE.

Essendo consapevole della natura paradossale della situazione, il governo britannico ha tentato di spiegare che la questione dell'adeguatezza del ruolo di primo piano di Londra per l'integrazione europea di paesi terzi, pubblicando sul suo sito ufficiale un dichiarazione, secondo la quale la Gran Bretagna vuole avere tempo per prendersi cura di rafforzare la stabilità e la prosperità dei Balcani occidentali prima che lasci l'Unione europea.

L'Ambasciatore britannico in Serbia Denis Keefe ha detto che il suo paese sta lasciando l'Unione Europea, ma che non lascierà l'Europa, e non abbandonrà i valori e gli interessi condivisi con essa per decine o addirittura centinaia di anni.

Nel suo Twitter, ha pubblicato il seguente tweet sul Vertice dei Balcani occidentali:

"Perché Londra? Perché il Regno Unito? Il vertice è la continuazione del profondo interesse che il Regno Unito ha dimostrato ai suoi partner dei Balcani occidentali da decenni. Questioni come la sicurezza o l'economia digitale non conoscono limiti, e il Regno Unito ha ancora tutte le caratteristiche per sostenere i nostri partner nei Balcani e nell'UE.

Sinisa Lepojevic per molti anni ha lavorato come corrispondente speciale per i media serbi nel Regno Unito, e spiega a Sputnik perché Londra è così preoccupata dallo stato di avanzamento dei Balcani occidentali nell'UE.

"I Balcani, vale a dire i paesi dei Balcani che non sono Stati membri dell'UE, rimangono l'unico spazio in cui la Gran Bretagna può "mostrare i muscoli", perché da marzo 2019 abbandonerà l'Unione Europea. Hanno bisogno di una presenza in questa parte d'Europa, perché dopo la Brexit, Londra non avrà altro che la NATO e i Balcani occidentali" dice.

Secondo lui, la questione qui, come nel caso di una domanda per l'invio in Bosnia 40 ulteriori truppe britanniche per evitare un'influenza russa durante le elezioni generali in ottobre, parla di una sorta di pubbliche relazioni, di un bluff politico. Lepojevic ritiene che il vertice dei Balcani occidentali, se tradotto dal linguaggio del simbolismo diplomatico, è un tentativo da parte dei britannici di dimostrare che "sono ancora in gioco", soprattutto per quanto riguarda la regione instabile dei Balcani.

L'esperto osserva che il vertice di Londra è mal organizzato: non ha tema principale, l'ordine del giorno è costruito intorno a un "luoghi comuni" nel campo dell'economia, della politica e problemi di sicurezza. Lepojevic afferma che i partecipanti sono stati contattati via Internet e hanno chiesto loro di contribuire all'organizzazione, offrendo idee per la discussione. Sulla base di informazioni pubblicate in questi ultimi giorni, la fonte suggerisce a Sputnik che l'evento sarà dedicato principalmente all'accordo tra Macedonia e Grecia, che sarà presentato come esempio di cooperazione tra i paesi dei Balcani occidentali.

Lepojevic ritiene che gli stessi motivi che costringono il Regno Unito ad ospitare il vertice, organizzato nel quadro del cosiddetto Processo di Berlino, nonostante il fatto che, formalmente, non è più una parte di esso e, nel caso di ulteriore contingente militare in Bosnia e con la storia con due "nuovi arrivati ​​tra gli avvelenati" inglesi ad Amesbury: la Gran Bretagna vuole dimostrare di essere ancora qui, di dichiarare la sua presenza. L'esperto serbo commenta il prossimo "avvelenamento" come segue: "Questa storia è così ingenua e mal organizzata che nessuno ci crede nemmeno nella stessa Inghilterra".

"Il Vertice dei Balcani occidentali a Londra è un'acrobazia politica, una dichiarazione della Gran Bretagna sulla sua presenza nella regione con il pretesto di prendersene cura. Il suo vero obiettivo è quello di trasmettere, prima di tutto, alla Germania e alla Francia la seguente idea: "Stiamo lasciando l'UE, ma restiamo nei Balcani occidentali", conclude Lepojevic.

Correlati:

Pentagono chiede a Londra maggiori spese militari
Via libera della regina Elisabetta alla legge sulla Brexit
“I negoziati sulla Brexit sono il tradimento più grande della storia britannica”
Tags:
Politica Internazionale, decisione politica, brexit, Brexit, Unione Europea, Regno Unito
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik