13:00 22 Luglio 2018
Bandiera della Siria

Guerriglieri della provincia siriana di Deraa hanno accettato di deporre le armi

© Sputnik . Dmitry Vinogradov
Mondo
URL abbreviato
2120

I leader delle formazioni armate nella provincia siriana di Deraa hanno accettato di cessare le ostilità, secondo il bollettino delle informazioni del Ministero della Difesa russo.

Gli accordi sono stati raggiunti sulla base dei risultati dei negoziati mediati dal Centro di riconciliazione russo. In tutti gli insediamenti sotto il controllo dell'opposizione, inizierà la consegna di armi pesanti e medie.

I militanti avranno l'opportunità di determinare il loro status e rimanere a Deraa. Coloro che non vogliono farlo, insieme alle famiglie saranno trasportati nella provincia di Idlib.

Le disposizioni implicano anche il ripristino delle attività delle autorità siriane e il ritorno dei rifugiati dal confine con la Giordania alle loro case.

Ieri il capo del centro informazioni della sede operativa congiunta dell'opposizione nella Siria meridionale, Abu Shima ha dichiarato a Sputnik che i leader dei militanti di Deraa si sono accordati con i rappresentanti russi sulla tregua.Secondo lui, l'accordo prevede il ritiro dei militari siriani da quattro villaggi, dove ci sarà solo la polizia militare russa, e che l'esercito siriano avrà il controllo sulla transizione "Nasyb", al confine con la Giordania.

Correlati:

Uccisi 4 militari americani in attacco terroristico in Siria
Siria: esercito russo consegna nuovo lotto assistenza umanitaria
Siria, la Russia ha registrato violazioni del cessate il fuoco nelle ultime 24 ore
Tags:
guerra, Terrorismo, Guerra, terrorismo, Guerra, terrorismo, centro russo per la riconciliazione siriana, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik