08:37 18 Luglio 2018
Cina USA

Cina accusa USA di terrore psicologico

© AP Photo / Andy Wong
Mondo
URL abbreviato
233

La minaccia degli Stati Uniti di imporre maggiori dazi alla Cina e ad altri partner commerciali è "terrore psicologico", ha detto il rappresentante ufficiale del ministero del commercio cinese Gao Feng.

Secondo lui, l'introduzione di un aumento dei dazi di Washington colpirà le catene di produzione globali.

"Gli Stati Uniti stanno aprendo il fuoco su tutto il mondo, così come su noi stessi", ha aggiunto Gao Feng.

Ha notato che Pechino "non abbasserà la testa prima di minacce e ricatti, e la sua determinazione a proteggere il libero scambio e il meccanismo internazionale del commercio internazionale sarà irremovibile".

"La Cina collaborerà con la comunità internazionale per resistere con forza a questa azione retrograda, protezionistica e unilaterale, farà ogni sforzo per proteggere la stabilità e la sostenibilità dell'ambiente commercio internazionale" ha detto Gao Feng.

Ha anche invitato tutti i paesi ad adottare misure decisive per quanto riguarda la politica commerciale degli Stati Uniti.

All'inizio di aprile, gli Stati Uniti hanno pubblicato un elenco di 1.300 beni cinesi contro i quali potrebbero essere imposti dazi d'importazione in risposta alla violazione da parte della Cina dei diritti intellettuali ai prodotti americani.

In risposta, il Consiglio di Stato della Cina ha deciso di imporre dazi a un tasso del 25% su 106 articoli di merci importate dagli Stati Uniti.

A maggio, le parti hanno convenuto che non avrebbero condotto una guerra commerciale e avrebbero smesso di imporre doveri reciproci. Tuttavia, in seguito è emerso che non è stato possibile raggiungere un accordo sulle questioni commerciali e Washington ha annunciato nuove tariffe.

A metà giugno, gli Stati Uniti hanno imposto un dazio del 25% sulle merci provenienti dalla Cina, che hanno colpito circa un decimo delle importazioni cinesi in America. Le nuove tasse incideranno sull'importazione di beni cinesi, che contengono tecnologie significative dal punto di vista industriale, per un valore di $50 miliardi. Le tariffe entreranno in vigore dal 6 luglio.

La Cina, a sua volta, ha immediatamente annunciato che avrebbe imposto un dazio doganale del 25% su 659 merci importate dagli Stati Uniti per $50 miliardi. Il dazio doganale inizierà a funzionare parzialmente a partire dal 6 luglio.

Correlati:

USA alla Cina: seria l'intenzione di introdurre dazi commerciali
Usa-Cina, Pechino: Pronti a risposte speculari a dazi americani
Tags:
Aumento delle tariffe, dazi, tariffe doganali, USA, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik