05:48 20 Ottobre 2018
Confine tra Russia ed Estonia

L'Estonia stima il costo della costruzione del confine con la Russia

© Sputnik . Alexei Danichev
Mondo
URL abbreviato
727

Le spese per la costruzione del confine con la Russia ammonteranno a 320 milioni di euro. Lo ha dichiarato il ministero dell’Interno estone.

"La costruzione del confine di stato tra Estonia e Russia per 11 anni costerà circa 250,3 milioni di euro, a cui si aggiungono i costi di supervisione tecnica e di manutenzione fino al 2026 per ulteriori 70 milioni di euro. La cifra finale è di oltre 320 milioni di euro", si legge in un comunicato.

Secondo i piani preliminari, i lavori di costruzione dovrebbero essere completati nel 2019.

Nel febbraio 2015 il ministero dell'Interno ha presentato al governo estone un progetto per la modernizzazione dell'infrastruttura del confine estone-russo, il cui costo approssimativo era di 79 milioni di euro. Tuttavia a febbraio di quest'anno è risultato che l'ammontare del costo della costruzione del confine è salito a 197 milioni di euro.

Successivamente lo stesso ministero ha proposto al governo di spalmare i costi per la costruzione del confine orientale nel periodo 2019-2026. Tuttavia, l'aumento dei prezzi per i lavori di costruzione e un periodo di costruzione più lungo dovrebbero aumentare il costo della costruzione del confine a 320 milioni di euro.

La lunghezza totale del confine estone-russo è di 338 chilometri, di cui 135 chilometri su terra, 126 chilometri su laghi e 176 chilometri su fiumi. Secondo il progetto, un sistema di sicurezza elettronico sarà installato sul confine e saranno usati anche i droni per i controlli di sicurezza. Sarà eretta una recinzione alta 2,5 metri sarà sul confine, per circa 90 chilometri dei 135 totali su terra.    

Correlati:

Nel corso delle esercitazioni NATO in Estonia trovati resti di cinque navi
Estonia minaccia la Russia della perdita di San Pietroburgo
NATO trova mine sovietiche nel mare dell’Estonia
Tags:
confine, Costruzione, costi, Russia, Estonia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik