12:14 23 Ottobre 2018
Il lancio della navetta “Soyuz MC-05”

Spazio, Roscosmos potrebbe cercare nuovi partner alternativi alla NASA

© Sputnik . Maksim Blinov
Mondo
URL abbreviato
0 30

La NASA pianifica di abbandonare la Soyuz per passare tra un paio d’anni alle navicelle sviluppate da Boeing e SpaceX, e Roscosmos per recuperare le perdite cercherà nuove collaborazioni, per esempio con la Cina. Ne parla Space.

A giugno la giornalista di Space Elizabeth Howell ha assistito al lancio della 56a missione sulla Stazione Spaziale Internazionale dal cosmodromo di Baikonur, in Kazakistan. Allo stesso tempo, un piccolo gruppo di rappresentanti della NASA e di Roscosmos si è riunito al Centro di controllo della missione per discutere dell'attuale missione. Tuttavia, quando si è arrivati a parlare del futuro, la conversazione "ha improvvisamente assunto un contorno poco chiaro": dicono, le discussioni non sono ancora finite, ci vuole tempo.

Oggi per volare sulla ISS gli astronauti vengono lanciati con una navicella russa Soyuz dal Kazakistan. La NASA per i posti sulla Soyuz paga decine di milioni di dollari. Ma presto la situazione potrebbe cambiare, scrive la Howell.

Due società americane, Boeing e SpaceX, stanno attivamente lavorando alla creazione di proprie navicelle con equipaggio per portare gli astronauti sulla ISS. Secondo i piani, dovrebbero iniziare a volare nei prossimi due anni. Quindi, dopo il 2019 i posti per gli astronauti americani sulla Soyuz potrebbero restare vuoti. E infatti la NASA non ha già smesso di fare prenotazioni. Ciò solleva la questione di cosa farà Roscosmos quando i soldi dei partner stranieri diminuiranno.

Secondo Michael Dodge, che studia legge dello spazio presso l'Università del Nord Dakota, questo sarà sicuramente un grosso problema in termini finanziari per Roscosmos. "Gli Stati Uniti stanno pagando un sacco di soldi per ogni posto sulla Soyuz, e questo aiuta a compensare i costi di formazione, manutenzione e lancio della navicella. Certo, la Russia ha i suoi interessi nel mantenere la ISS, e dovrà comunque inviare i suoi astronauti sulla stazione. Almeno finché non deciderà di abbandonare le missioni su di essa".

Oltre la ISS, la NASA potrebbe concentrarsi in futuro sul programma della stazione nell'orbita lunare LOP-G. Questo progetto ha già interessato gli europei. Ma non è ancora chiaro cosa intende fare Roscosmos: può unirsi all'agenzia statunitense e cooperare già alla nuova stazione, oppure condurre altri progetti con altre potenze spaziali attivamente in via di sviluppo come la Cina, che non è contraria ad acquisire esperienza dalla Russia.

La Howell ricorda che recentemente è cambiata la leadership di Roscosmos. La nuova dirigenza promette cambiamenti sostanziali, come il trasferimento dei lanci da Baikonur al nuovo centro spaziale russo Vostochny.    

Correlati:

Roscosmos potenzierà utilizzo del cosmodromo Vostochny
Roscosmos amplia cooperazione con Cina su programma spaziale
Roscosmos fornirà internet ad alta velocità a tutto il Pianeta
Tags:
Stazione spaziale internazionale, navicella spaziale, Soyuz, spazio, Boeing, Space X, Roscosmos, NASA, Cina, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik