07:33 17 Ottobre 2018
Generalissimo Francisco Franco

I resti del dittatore spagnolo Francisco Franco saranno spostati

© AFP 2018 /
Mondo
URL abbreviato
511

La Valle dei Caduti, un complesso monumentale nei pressi di Madrid, cesserà di essere il luogo di riposo dei resti del dittatore Francisco Franco. Il vice primo ministro della Spagna Carmen Calvo ha confermato il 28 giugno che si conducono i negoziati tra la famiglia di Franco e la Chiesa Cattolica per la sua esumazione.

Sputnik Mundo ne ha parlato con Emilio Silva, presidente dell'Associazione spagnola per il ritorno della memoria storica.

"L'elite politica spagnola, indipendentemente se di sinistra o di destra, è stato direttamente collegato alle famiglie vicino alla dittatura" ha detto Silva.

A suo avviso, il problema  è "una mancanza di volontà politica", "A causa di ciò, in Spagna tante cose devono essere risolte"

Parafrasando il poeta argentino Juan Gelman Silva ha detto: "Gli organizzatori di oblio lavorato duramente 40 anni per raggiungere l'impunità. Nessuno dei responsabili delle violazioni dei diritti umani durante la dittatura si è mai seduto in tribunale".

La nuova sepoltura dei resti di Franco faceva parte delle raccomandazioni delle Nazioni Unite date alla Spagna nel 2014. Il loro obiettivo è rendere omaggio alla memoria storica, riparare il danno e ottenere giustizia. Nel 2017, il Congresso spagnolo ha adottato a tale riguardo una legge speciale.

Il 28 Giugno è anche appreso che le autorità spagnole hanno dato il permesso di riesumare i corpi di due fratelli che sono stati fucilati da Franco nel 1936. Per raggiungere questo obiettivo, i parenti dei defunti ci hanno impiegato un decennio.

Il giudice ha ritenuto "molto probabile" che le ossa fossero effettivamente nel punto indicato. "L'unico modo per controllare è l'analisi del DNA."

"Negli ultimi 15 anni, è iniziato la riesumazione delle fosse comuni dell'epoca, da parte dei parenti attivi delle vittime del franchismo", dice Silva.

"Per 40 anni in Spagna esisteva un sistema che può essere paragonato all'apartheid. Per gli sconfitti della guerra civile del 1936-1939 non era così facile andare all'università, ottenere un lavoro in una società privata, una banca o un ente pubblico ", ha detto Silva.

"Centinaia di migliaia" furono costretti ad emigrare. "Decenni dopo", i figli di quegli emigranti hanno dovuto lasciare la Spagna.

"Tra il 1960 e il 1970 emigrarono 1,7 milioni di persone, soprattutto bambini" ha ricordato Silva.

Nel 1977, gli spagnoli andarono a votare per la prima volta dopo la guerra civile.

Quattro decenni dopo il Franchismo, 114.200 persone sono ritenute disperse. Mezzo milione di persone sono state messe in prigione e circa lo stesso numero di persone sono emigrate. Gli oppositori del regime sono stati derubati, umiliati e fortemente criticati.

"Non hanno nemmeno ricevuto il vaccino antipolio. Noi siamo il paese con il maggior numero di fosse comuni dopo la Cambogia" ha sottolineato il presidente "dell ‘Associazione per il ritorno della memoria storica".

La costruzione della Valle dei Caduti è stata avviata nel 1940 e, per ordine di Franco, il monumento doveva soddisfare l'eroismo della vittoria.

Il monumento è stato scavato all'interno della roccia granitica a mano, dai prigionieri compresi. "Furono impiegate grandi imprese di costruzioni private, che sono ancora tra le più significative in Spagna. Non hanno mai fatto pubbliche scuse per quello che hanno fatto, non hanno pagato un risarcimento ai parenti, nemmeno simboliche" ha ricordato Silva.

La Valle dei Caduti fu aperta il 1 aprile 1959, per commemorare il 20° anniversario della Guerra Civile.

"Fù realizzato come luogo di riconciliazione, perché li  riposava Franco e 330.000 repubblicani, ma se leggete il discorso pronunciato da Franco durante l'apertura del complesso monumentale, è chiaro che tutto questo tempo abbiamo vissuto un apartheid… Questa è un falso simbolo di riconciliazione" ha sottolineato l'interlocutore a Sputnik.

Correlati:

Spagna, intelligence: sospetta interferenza russa nella crisi catalana
Separati alla nascita: trovata in Spagna la sorella perduta di Trump
Il re di Spagna vuole relazioni costruttive fra Madrid e la Russia
L'isola dei Fagiani tornerà nuovamente alla Spagna
Tags:
politica interna, Politica, politica, Politica europea, classe politica, Sputnik, francisco franco, Spagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik