07:48 17 Ottobre 2018
Kim Jong Un e Xi Jinping

Kim Jong-un chiede aiuto alla Cina per la revoca delle sanzioni

© AP Photo / Ju Peng
Mondo
URL abbreviato
4120

Il leader della Corea del Nord, Kim Jong-un, durante la sua visita in Cina, ha parlato al presidente cinese, Xi Jinping, dei gravi danni provocati dalle sanzioni internazionali e ha chiesto di intercedere per la loro rapida revoca. Lo riporta il quotidiano Yomiuri.

"Quando il leader della Corea del Nord ha incontrato il presidente Xi Jinping ha detto: ‘le sanzioni economiche causano gravi danni. Dopo il successo del vertice tra Corea del Nord e Stati Uniti confidiamo nella celere revoca delle sanzioni'. Egli inoltre ha chiesto il suo aiuto per la rimozione delle sanzioni nel breve periodo", recita l'articolo.

La pubblicazione nota che, dal canto suo, il presidente cinese ha asserito che avrebbe "fatto tutto il possibile" per sostenere la causa nordcoreana.

Kim Jong-un ha incontrato in Cina il presidente Xi Jinping il 19 e 20 giugno per discutere i risultati dell'incontro avuto il giorno 12 dello stesso mese con il presidente degli Stati Uniti Donald Trump, nonché sulle prospettive per la denuclearizzazione della penisola coreana.

Il leader nordcoreano era stato in Cina già altre due volte quest'anno: dal 25 al 28 marzo (la sua prima visita all'estero dopo essere salito al potere nel 2011) e dal 7 all'8 maggio.

Alla fine di giugno, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha esteso le sanzioni contro la Corea del Nord per un altro anno. Le sanzioni colpiscono i programmi nucleari e missilistici della Corea del Nord, e un certo numero di altre presunte violazioni di Pyongyang, tra cui il riciclaggio di denaro, attacchi informatici e violazioni dei diritti umani.    

Correlati:

Segretario di Stato USA apprezza il senso dell'umorismo di Kim Jong-un
Cina, Xi Jinping incontra Kim Jong-un
Putin ha ricevuto una lettera da Kim Jong-un
Tags:
Vertice, Sanzioni, revoca, Xi Jinping, Kim Jong-un, Corea del Nord, Cina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik