14:56 18 Luglio 2018
I caccia F-35 Lightning II

Chi sconfiggerà la NATO nei cieli e chi pagherà per questo?

CC0 / US Air Force/Master Sgt. Donald Allen
Mondo
URL abbreviato
1242

La NATO ha approvato una nuova strategia per l'aeronautica militare, che riconosce che le future operazioni dell'alleanza potrebbero essere influenzate dai moderni sistemi di difesa aerea e risorse spaziali e che, per la prima volta dopo la guerra fredda, possono sorgere condizioni in cui la superiorità aerea nell'alleanza potrebbe mancare.

Per la prima volta dalla fine della Guerra Fredda, l'Alleanza del Nord Atlantico dovrebbe essere in grado di condurre operazioni contro qualsiasi avversario al suo pari. L'aviazione USA è la principale componente militare della NATO. A chi si riferisce esattamente la tesi presentata nella nuova strategia sull'incapacità di assicurare la superiorità delle forze dell'alleanza nei cieli? Ai paesi partecipanti, inclusa la Repubblica Ceca, che pagano un 2% del PIL obbligatorio alle casse generali del blocco? L'argomento viene commentato per Sputnik da Ivan Kratochvíl, tenente colonnello in riserva dell'Aeronautica Militare della Repubblica Ceca, capo dell'organizzazione "Esercito cecoslovacco in riserva per la pace".

Kratochvíl: L'impossibilità di raggiungere la superiorità aerea è una storia terribile che viene raccontata affinché vengano acquistati sistemi di difesa aerea statunitensi, la spesa per la difesa è aumentata, le riparazioni infrastrutturali vengono fatte con i soldi europei ma secondo le normative americane. Dalla seconda guerra mondiale la NATO ha basato tutte le sue attività militari sul principio del raggiungimento della superiorità aerea. In generale, questo è un concetto corretto. Senza il supporto dell'aviazione, le operazioni delle forze di terra e della marina sono destinate al fallimento.

Pertanto, anche con una rapida occhiata all'esercito di qualsiasi stato, possiamo capire che tipo di personaggio è: un attaccante o un difensore. Gli Stati senza ambizioni espansionistiche stanno costruendo il loro sistema di difesa sulle installazioni di difesa aerea e missilistica anti-spaziale, che sono molto efficaci, ma la loro portata è limitata al territorio dello stato stesso. Gli stati che hanno rivendicazioni territoriali o che cercano di attuare le loro politiche in altri stati, creano innanzitutto forti forze aeree, compresi i gruppi aerei marittimi (portaerei), che successivamente consentono loro di imporre le proprie politiche ad altri paesi. La riuscita attuazione di questa strategia da parte della NATO consente agli Stati Uniti di dettare i suoi termini al resto del mondo. Ad esempio, possiamo citare i vari conflitti che si sono verificati finora dalla Seconda Guerra Mondiale. E non solo conflitti. Ciò include il disarmo della Cecoslovacchia, l'Ungheria, la Polonia, la devastazione delle repubbliche post-sovietiche.

La combinazione ideale, ripetutamente testata dagli Stati Uniti è l'uso di forze di terra straniere al posto dell'esercito americano per ottenere un risultato specifico. Questi sono gli eserciti di vari regimi fantoccio, così come gruppi jihadisti, come lo stato islamico. In due casi, l'esercito americano non ha rispettato questo principio: in Corea e in Vietnam. Due di questi conflitti hanno avuto un impatto negativo sugli sviluppi politici interni negli Stati Uniti. Se gli Stati Uniti, e quindi la NATO, ammettono di poter perdere la superiorità aerea, ciò significa che la Pax Americana sta volgendo al termine e gli Stati Uniti dovranno rispettare le elementari regole della decenza e del diritto internazionale. Non che lo vogliano, ma saranno costretti a farlo dalle potenze emergenti, rispettivamente Russia Cina, ma anche l'India e l'Iran si stanno avvicinando a questo ruolo. 

Correlati:

NATO riconosce che sta perdendo la superiorità aerea
USA rifiutano l'ingresso senza visto all'ex segretario generale della NATO
La Difesa Europea, un malriuscito copia-incolla della NATO?
Media: troppa burocrazia, la NATO non fa in tempo a fare la guerra con la Russia
Tags:
Aeronautica, aerei da guerra, Strategia, aeronautica militare, guerra fredda, Strategia della NATO, Base aerea, NATO, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik