21:57 23 Ottobre 2018
Lettore di impronte digitali.

Banche russe dal 1 luglio iniziano a raccogliere dati biometrici dei clienti

© Sputnik . Alexei Danichev
Mondo
URL abbreviato
104

Le banche russe con il lancio il 1 ° luglio di un unico sistema biometrico (EBS) inizieranno a raccogliere dati biometrici dai clienti. Ciò consentirà ai russi di ricevere a distanza servizi bancari.

Lo scorso anno il presidente russo Vladimir Putin ha firmato una legge che consente alle banche di utilizzare dati biometrici per identificare in maniera remota i potenziali clienti e fornire una gamma di servizi via Internet senza la loro presenza personale. Una parte delle disposizioni di questa legge, che entrano nel meccanismo dell'identificazione biometrica remota, entrerà in vigore il 29 giugno.

"L'implementazione centralizzata del sistema EBS è una soluzione utile che contribuisce allo sviluppo del settore bancario. Verrà creato un meccanismo unificato per l'identificazione remota grazie a regole e requisiti comuni concepiti e condivisi per tutti i partecipanti, cosa che non sarebbe possibile se le grandi banche avessero creato tali soluzioni per conto proprio. Possiamo aspettarci che questa innovazione aumenti l'attività economica della popolazione, specialmente in concomitanza con altri progetti innovativi nei settori finanziario e bancario" ha detto che un membro della banca Otkritye Sergey Rusanov.

L'identificazione dei cittadini sarà effettuata utilizzando un singolo sistema di identificazione e autenticazione (ESIA) e con la conferma dei dati biometrici nell'EBS. L'operatore del sistema sarà Rostelecom dal 30 giugno. La società assicurerà la raccolta, il trattamento e la conservazione dei dati personali biometrici, nonché la verifica della corrispondenza dei dati ai campioni biometrici che sono stati consegnati per la prima volta.

La messa in servizio dell'EBS in operazioni commerciali è prevista per il 1 luglio dell'anno in corso. L'elenco definitivo delle banche che utilizzeranno il sistema biometrico sarà costituito dalla Banca centrale. Si presume che il regolatore sarà in grado di vietare alle banche di condurre l'identificazione remota in caso di violazione dei requisiti per il controllo obbligatorio sulle transazioni con denaro o altre proprietà più di una volta all'anno.

L'EBS utilizzerà per identificare due parametri: il profilo vocale e l'immagine fotografica, che aumenteranno significativamente la precisione del riconoscimento umano. I meccanismi di protezione del sistema prevedono il rifiuto dell'identificazione in caso di mancata corrispondenza con i dati biometrici originali memorizzati nel sistema.

Per ogni effettivo ricorso all'EBS, la banca dovrà trasferire a Rostelecom 200 rubli. Tale tariffa è stata calcolata sulla base della spesa delle banche per l'infrastruttura per la raccolta di dati personali biometrici e dei costi dell'operatore per la creazione di un EBS, tenendo conto del periodo di rimborso per 8-10 anni.

Dal 1° luglio 2018, i russi saranno in grado di effettuare l'identificazione remota in 20 banche russe. In futuro, tutte le banche russe saranno collegate al sistema.

Correlati:

Russia: a luglio introduzione sistema di riconoscimento biometrico
Oltre 40mila russi sono stati sottoposti a controllo biometrico al confine con l'Ucraina
L'Ucraina introdurrà il controllo biometrico al confine con la Russia
Tags:
Informatica, banca dati, banca, dati, banche, sistema bancario, tecnologia, Banca Centrale Russa, Vladimir Putin, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik