05:21 18 Luglio 2018
Il Corano

Ex ambasciatore in Tunisia: il Corano è un grande ostacolo per uno stato moderno

© AFP 2018 / JEAN-SEBASTIEN EVRARD
Mondo
URL abbreviato
304

“Non si può costruire uno stato con il Corano”, così si chiama il nuovo libro dell’ex ambasciatore austriaco in Tunisia, Gerhard Weinberger. L’autore vede il Corano come la causa della crisi dell’Islam e l’ostacolo principale sulla via della modernizzazione. Tuttavia a detta sua, nonostante la crisi, la Tunisia è sulla giusta via.

Il titolo del libro è, ovviamente, riduttivo, ed è polarizzante, racconta Weinberger in un'intervista con Sputnik.

"Intendo che solo sulla base del Corano, in effetti, è impossibile costruire uno stato moderno, sebbene qualsiasi stato possa essere sempre costruito. L'esperienza mostra che le moderne forze democratiche in Tunisia sono state costrette a resistere a coloro che mostrando il Corano sostenevano che bisogna agire come il profeta ai suoi tempi. La Tunisia si è opposta a questo, e finora non hanno cambiato la loro posizione. Penso che rimarrà tale".

La Tunisia come esempio di successo

L'autore del libro dal 2012 al 2017 è stato l'ambasciatore in Tunisia. Poco dopo il suo arrivo, Weinberger assistette ad un attacco dei salafiti all'ambasciata americana e alla scuola americana. Da questo momento nel paese c'è stata una crisi politica o sociale una dopo l'altra. "Parlando in modo positivo, è stato un momento molto eccitante per me come ambasciatore."

Ma, nonostante tutto, considera lo sviluppo in Tunisia molto positivo. Sono successe cose orribili. Ma la maggior parte della società si è ripresa e dopo tutto, è riuscita a venire a capo con "questo cosiddetto partito islamista moderato" con una costituzione molto democratica, progressista e moderna. A livello politico, il paese si sta attivamente sviluppando. La Tunisia non ha seguito la tentazione di inserire nella Sharia in qualche modo nella costituzione, osserva Weinberger.

"Se ci sono dei barlumi di speranza in questa regione, uno di questi allora questa è senza dubbio la Tunisia. Perché si è formata una società civile pronta a combattere contro l'islamizzazione, e anche perché c'è una classe politica che ne è consapevole e allo stesso tempo respinge costantemente ogni tipo di guerra civile e dice che, in ogni caso, parlare l'uno con l'altro è sempre meglio che spararsi a vicenda".

Superare il Corano?

Nel suo libro Weinberger, in primo luogo, critica la stretta interpretazione del Corano. "Io, naturalmente, dico anche che questa rigida interpretazione è vicina al Corano." Cioè, per le forze riformiste nell'Islam non è impossibile, ma è difficile superare il Corano e interpretarlo in uno spirito moderno.

Nel suo libro Weinberger, in generale, si riferisce a esperti tunisini e franco-tunisini.

Crede che "il problema dell'Islam con la sua storia sta nel fatto che, in generale, non è ancora in grado di gestire i suoi testi di base". Il problema più grande, secondo Weinberger e gli esperti, è il trattamento riservato ai dissidenti.

"La parte principale del Corano procede come segue: chi non crede in ciò che è scritto deve essere punito in qualche maniera. Sia nella vita terrena che in quella dopo la morte. Questo è un trattamento obsoleto, antidemocratico e, in effetti, quasi totalitario di coloro che non accettano questa opinione. Questo è il principale ostacolo".

Il Corano come documento storico

Una buona maniera, e forse l'unica, per superare questo "scoglio" del Corano, sarebbe quella di considerarlo come un documento storico. Certe cose possono probabilmente funzionare ancora oggi, ma altre no, perché sono state scritte oltre 1000 anni fa. "In Europa si osservano tali tendenze, le sostengo molto".

Per quanto riguarda l'Europa, Weinberger raccomanda un trattamento coerente di tutte le tendenze musulmane.

"Non bisogna dare libertà ad un gruppo o negarle ad un altro. Dobbiamo tracciare una linea chiara e dire, ovviamente, che l'Islam è una religione che deve essere rispettata quando si aderiscono alle regole del gioco. Ma allo stesso tempo, è necessario definire chiaramente dove iniziano i confini che non possono essere attraversati. Allora la maggior parte dei musulmani in Europa lo accetterà".

Correlati:

In Danimarca per 4 musulmani su 10 la legge deve basarsi sul Corano
Le autorità francesi hanno accusato il famoso teologo dell'islam di stupri
Una previsione spaventosa dall'America: quando l'Islam dominerà in Europa
A Foggia arrestato imam ceceno: predicava Islam radicale e preparava attacco
Tags:
Islam, Religione, radicalismo islamico, islam, religione, Corano, ambasciata, Tunisia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik