02:55 18 Luglio 2018
Un razzo Ariane 5 parte dal French Guiana Space Center

Fonte: Europa potrebbe non aver più bisogno della Russia per andare nello spazio

© AFP 2018 / jody amiet
Mondo
URL abbreviato
118

L’Europa già nel 2023 potrebbe non aver più bisogno del razzo vettore russo Soyuz ST per voli spaziali commerciali dallo spazioporto europeo equatoriale di Kourou (Guiana Space Center) a favore del missile Ariane-6 sviluppato nella versione con due booster laterali, ha riferito la fonte dell'industria spaziale europea a Sputnik.

Dal 2011 presso la piattaforma di lancio nella Guiana francese sono stati effettuati 18 lanci di successo della Soyuz-ST e altri tre sono previsti prima della fine del 2018.

"Al momento, il primo lancio del razzo vettore Ariane-6 è previsto per il 16 luglio 2020. Molto probabilmente, questa partenza sarà spostata di un anno o poco più, quindi seguirà inevitabilmente la serie di statistiche di volo necessarie. Dunque questo missile inizierà effettivamente a volare non prima del 2023. "Ma quando inizierà, il razzo russo Soyuz nel centro spaziale Kourou potrebbe diventare inutile, e quindi potrebbe essere sostituito dall'Ariane-6 nella variante con due booster laterali" ha detto la fonte.

Il primo lancio in assoluto del razzo russo Soyuz ST-B da uno spazioporto al di fuori dell'ex Unione Sovietica ha avuto luogo il 22 ottobre 2011. In precedenza, il Soyuz poteva essere lanciato da due soli spazioporti, Plesetsk in Russia e Baikonur in Kazakistan. La rampa di lancio per il Soyuz all'equatore è significativamente diverso da Baikonur e Plesetsk: nella Guyana francese gli specialisti russi hanno creato una torre di 52 metri con un sistema mobile che permette di issare il razzo e il satellite in posizione verticale, e di proteggere anche il razzo dagli effetti nocivi dell'umido clima tropicale.

La vicinanza della piattaforma di lancio all'equatore fornisce un vantaggio del 40% nel corso dei lanci dello stesso razzo dal cosmodromo di Baikonur. Questo perché all'equatore a causa della velocità di rotazione della Terra c'è una maggiore velocità (quasi 500 metri al secondo) per i missili lanciati verso est della rotazione del pianeta. Inoltre, si consuma molto meno carburante per il lancio in orbite geostazionarie.

L'Ariane-6 è stato sviluppato in due versioni. Il razzo di classe media Ariane-62 sarà dotato di due booster a combustibile solido ed è om grado di trasportare due piccoli satelliti: dispositivi di comunicazione, televisione, accesso internet. Questo razzo potrebbe sostituire il Soyuz-ST. La versione pesante dell'Ariane-64 sarà equipaggiata con quattro booster e sarà utilizzata per grandi satelliti scientifici e militari e grandi velivoli spaziali.

Gli scienziati hanno precedentemente confermato l'intenzione di continuare con la pratica applicata a Kourou l'assemblaggio verticale di missili invece che orizzontale per per ridurre il costo di iniziare del processo di preparazione. Inoltre si procederà con la riduzione della complessità delle operazioni, il miglioramento del controllo sulla qualità costruttiva e la possibilità di assemblare diversi missili contemporaneamente.

Ci sono molte speranze sull'Ariane-6 e il suo concetto modulare moderno: potrebbe aiutare l'Europa a proporre ai clienti un'offerta migliore di quella fatta da Elon Musk e la sua azienda Space-X. Allo stesso tempo, alcuni esperti ritengono che questo sarebbe molto difficile, in quanto il costo del missile Falcon-9 usato da Musk ha raggiunto il costo record per l'industria spaziale di 61 milioni di dollari.

Correlati:

SpaceX vuole costruire la propria piattaforma di lancio
Presidente SpaceX: costruiremo tunnel su Marte per i coloni umani
SpaceX proverà a far tornare il razzo vettore al secondo stadio
Lancio Soyuz MS-09, spedizione spaziale 56/57 va all'ISS
Fonte indica causa rinvio del lancio del razzo Soyuz 2.1a
Spazio, la Soyuz MS-06 è atterrata in Kazakhstan (VIDEO)
Tags:
Razzo vettore, Nuovo lanciatore Soyuz-5, Soyuz TMA-20, Soyuz, Esplorazione dello spazio, ESA, Guyana Francese
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik