18:46 16 Luglio 2018
Rogue wave

L’acqua potrebbe non essere l’unico segno di vita extraterrestre

CC0
Mondo
URL abbreviato
2 0 0

Gli specialisti hanno proposto una serie di nuovi elementi per la ricerca della vita extraterrestre.

Tradizionalmente l'acqua è ritenuta la sostanza base per il sostegno della vita, dunque gli astronomi si sono sempre concentrati sulla ricerca di pianeti con temperature in grado di sostenere acqua in forma liquida, riporta Live Science.

Ma il professore di astronomia Avi Loeb di Harvard dice: "ci sono molti altri elementi necessari per l'esistenza della vita nella maniera in cui la conosciamo. Ad esempio azoto e fosforo. L'azoto è necessario per la formazioni di proteine, e insieme al fosforo diventano ingredienti base per il DNA e l'RNA".

La seconda domanda è: fino a che punto questi elementi sono disponibili e possono essere disciolti nell'atmosfera o negli oceani, e come nel caso delle "nane brune". Ad esempio, si presume che possano essere localizzati sotto il ghiaccio degli oceani di Europa (il satellite di Giove) e Encelado (satellite di Saturno). La NASA e l'Agenzia Spaziale Europea stanno pianificando missioni speciali per trovare questi elementi.

I pianeti simili alla Terra potrebbero essere scomodi per l'esistenza degli alieni secondo gli astronomi. Forse, dovremmo guardare a forme di vita intelligenti non sulla terraferma ma nelle nuvole.

L'umanità ha condotto diversi tentativi di trovare intelligenza extraterrestre: ha inviato nello spazio dischi musicali, le immagini della Terra dallo spazio, grafici anatomici. I telescopi terrestri guardano all'universo infinito, ma di fronte hanno solo il paradosso del "grande silenzio".

In considerazione dell'inefficacia dei metodi usati, gli astronomi si sono messi a osservare le nane brune, delle quali solo nella Via Lattea ce ne sono circa un miliardo. Questi sono oggetti sub-stellari, la cui massa non è molto più grande di Giove. La temperatura e la pressione nell'atmosfera superiore assomigliano a quelle della terra ed sarebbero ideali per l'esistenza di microrganismi riporta il Daily Mail.

La probabilità che tale ipotesi possa essere vera, è bassa, ma non irragionevole: studi precedenti hanno sostenuto che l'atmosfera delle nane brune contiene "mattoni chiave della vita", tra cui carbonio, idrogeno, azoto e ossigeno. Ciò significa che i cacciatori di intelligenza extraterrestre dovrebbe allontanarsi dalla convinzione che la vita abbia necessariamente bisogno di terra e acqua.

Correlati:

La NASA cercherà la vita extraterrestre nell'Oceano Pacifico
Robot killer alieno potrebbe aver spazzato via ogni civiltà extraterrestre
NASA invierà api robot per cercare la vita extraterrestre su Marte
Spazio, scienziato spagnolo crea metodo per scoprire vita extraterrestre
Tags:
Spazio, vita, spazio, Esplorazione dello spazio, NASA, Spazio
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik