12:18 18 Luglio 2018
Yoga

“Sentirsi più giovani”. I moscoviti hanno scoperto come sopravvivere nella metropoli

© AP Photo / Kamil Zihnioglu
Mondo
URL abbreviato
0 22

A Mosca per la prima volta si tiene un enorme festival dello yoga dove vengono presentate decine di scuole diverse di questa antichissima pratica fisico-spirituale. Sputnik vi racconta cosa fanno i guru indiani in un parco della capitale russa e perché si trasferiscono in Russia.

"Lo yoga in India non è così diffuso"

Un uomo con la barba nera e vestito di nero è in piedi di fronte a una folla di persone e con gli occhi chiusi sussurra qualcosa. Poi le persone intorno a lui improvvisamente si stendono. Lui dice lentamente: "Concentratevi sul collo… sulle spalle… sulle braccia". I passanti si fermano per qualche minuto. Le persone intorno all'uomo sono già in piedi. Lento piegamento a destra… lenta piegamento a sinistra… Visto da fuori sembra tutto semplice, ma in realtà in quel momento entrano in funzione moltissimi muscoli del corpo umano.

Presidente Vladimir Putin e premier indiano Narendra Modi al vertice BRICS di Ufa
© Sputnik . Host photo agency/Valeriy Melnikov
Ranjot Sedkhi, originario della regione di Delhi, tiene una lezione di yoga per chi lo desidera nel parco moscovita di Ostankino. Partecipa insieme a decine di altri esperti al Festival internazionale dello yoga organizzato dal centro culturale indiano SITA con il patrocinio dell'Ambasciata dell'India in Russia.

Ranjot pratica yoga da 12 anni. Gli ultimi tre anni lo ha fatto in Russia. Qui ha trovato anche l'amore della sua vita: vive con la moglie Natasha a Vladimir. Qui vi sono molte possibilità per lui. Stupisce il fatto che qui pratichino yoga più persone che in India.

"Lo yoga non è così popolare in India, come molti credono. È praticato solo da un ristretto circolo di persone", afferma Ranjot.

La ragione è semplice. Nelle grandi città russe e, in particolare, a Mosca ma "come anche in America o in Europa" lo stile di vita è molto intenso per gli standard indiani.

"Le persone comprendono che questo può causare problemi gravi per l'organismo. In India non sappiamo ancora molto di questo stile di vita, è nuovo per noi. Per questo molti vogliono vivere come in America, con un caffè e un hamburger in mano. Penso che fra 25-30 anni capiranno che è un desiderio ingannevole. E allora lo yoga diventerà popolare", prevede Ranjot.

Per ore negli asana

Il festival di yoga dura fino al 24 giugno ed è un'occasione per mostrare questa cultura unica in tutta la sua varietà. Secondo il direttore del centro culturale SITA Sammy Kotvani è la prima volta che un festival così grande si tiene a Mosca. Gli appassionati potranno seguire "più di 365 ore di yoga".

Progetto Fitness sul tetto a Mosca.
© Sputnik . Vladimir Vyatkin
Al festival partecipano decine di scuole di diverse correnti. Lo yoga era praticato già 5000 anni fa e molte tecniche di questa pratica sono arrivate fino ai nostri giorni mantenendo la loro forma originale. Anticamente quando non esisteva la medicina come la intendiamo oggi, lo yoga era un mezzo di guarigione non solamente spirituale, ma anche fisica. Mille anni dopo la scienza ha confermato questi effetti benefici a cui erano giunti i guru indiani.

"È molto migliore dei semplici esercizi fisici. È una sorta di ricerca del corpo e della mente che contribuisce a trovare la pace interiore, permette di dischiudere il proprio potenziale, mantiene giovani e in salute", ha dichiarato l'ambasciatore indiano in Russia Pankaj Saran il quale, insieme a decine di moscoviti, è stato uno dei primi a prendere parte al festival.

Sebbene lo yoga sia strettamente legato alla cultura indiana, oggi è praticato in tutto il mondo "da persone di religioni, credenze e nazionalità diverse", come afferma l'ambasciatore.

"Potreste vedere chiunque praticare yoga: sia giovani sia anziani. Lo yoga fa bene a tutti", dice convinto l'ambasciatore.

Nel 2014 l'Assemblea generale delle Nazioni Unite su proposta del primo ministro indiano Narendra Modi ha istituito la Giornata internazionale dello yoga. È già la terza volta che viene festeggiata il 21 giugno in Russia: non solo a Mosca ma anche in molte altre regioni.

L'ambasciatore indiano ammette che lo yoga lo aiuta a rilassarsi. Lo pratica già da 10 anni. Esercizi regolari tre volte alla settimana lo aiutano a "sentirsi più giovane".

Il fulcro di tutto

Il programma del festival è molto fitto. Vi sono tipologie speciali di yoga per la colonna vertebrale, le spalle, gli occhi, l'equilibrio ormonale e il cervello. Sono gli abitanti della metropoli a prestare maggiore attenzione a questa pratica.

Secondo gli organizzatori il compito principale è dare ai cittadini la possibilità di "fermarsi e ripensare" il proprio stile di vita, aiutare loro a conquistare l'armonia con se stessi e con il mondo circostante.

"La cosa importante nello yoga è raggiungere l'equilibrio nella vita. E come fare? Con l'aiuto del cibo giusto, della dieta giusta, della respirazione giusta, dei pensieri giusti, del comportamento giusto. Sfortunatamente spesso ce ne scordiamo", sottolinea il maestro di yoga tantrico Shiva Ghirish.

Insegna da dieci anni e ogni estate si reca in Russia "in vacanza". Ha girato tutto il Paese e conosce bene le differenze tra grandi città e piccoli centri. Secondo lui nelle città di provincia le persone sono più aperte.

"Non hanno una routine così frenetica per cui bisogna sempre correre da qualche parte. E anche il rapporto con la vita è leggermente diverso. In generale, la nostra vita comincia proprio qui", osserva Shiva portando un dito alla fronte.  

Correlati:

Nina, giovanissima ballerina di Padova conquista il Bolshoi
Tags:
Yoga, India, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik