08:11 24 Settembre 2018
B-61

“Il sogno di un mondo senza armi nucleari si è sciolto come la neve dell'anno scorso”

CC0
Mondo
URL abbreviato
129

La corsa agli armamenti nel mondo non sta rallentando, al contrario, sta solo accelerando, scrive Deutsche Welle. Secondo l'Istituto internazionale per la ricerca sulla pace di Stoccolma (SIPRI), le potenze nucleari incrementano arsenali militari e la spesa per la difesa. Inoltre, il volume del commercio mondiale di armi è aumentato.

Per i sostenitori del disarmo nucleare, il 2017 è stato un anno speciale, scrive Deutsche Welle. 122 paesi membri delle Nazioni Unite hanno firmato un accordo che li obbliga a non produrre o schierare armi nucleari sul loro territorio. Tuttavia, dopo aver studiato i dati dell'Istituto internazionale di ricerca sulla pace di Stoccolma (SIPRI), "il sogno di un mondo senza armi nucleari si è sciolto come la neve dell'anno scorso", afferma l'autrice Nina Verkhoyzer.

Secondo le statistiche pubblicate da esperti, il mondo ha ancora 14.465 armi nucleari, concentrate nelle mani di nove stati: Stati Uniti, Russia, Gran Bretagna, Francia, Cina, India, Pakistan, Israele e Corea del Nord. E sebbene questi paesi siano in minoranza, non pensano nemmeno a cominciare a liberarsene.

Rispetto al 2016, il numero di armi nucleari è diminuito, ma allo stesso tempo, i paesi modernizzano la tecnologia militare esistente, spiega Shannon Kile, esperto del SIPRI. Secondo lui, le vecchie armi vengono sostituite e ne vengono sviluppate di nuove. Ad esempio, nel quadro della sua nuova dottrina nucleare, gli Stati Uniti pianificano di sostituire le bombe di tipo B61 con modelli più moderni più precisi.

Fino 2026. La Casa Bianca prevede di spendere sulla modernizzazione del suo arsenale nucleare di circa $400 miliardi. Le piccole potenze nucleari, come l'India e il Pakistan sono coinvolte anche in una sorta di "corsa agli armamenti strategici", ha detto Kile. In questi paesi, non solo vengono sviluppate nuove tecnologie, ma la produzione di materiale fissile è in aumento.

"In questo momento sono preoccupato più preccupato del fatto che i rapporti politico-strategico degli Stati Uniti e Russia sono crollati, allo stesso tempo questi due paesi possiedono il 92% di tutte le armi nucleari nel mondo" ha detto l'esperto. Teme che importanti accordi sul disarmo non saranno estesi. È rimasto anche colpito dal progresso tecnologico che la Corea del Nord ha raggiunto nella produzione di armi nucleari e missili a lungo raggio. Allo stesso tempo, Kile dubita che l'incontro tra il capo della Corea del Nord e il presidente degli Stati Uniti porterà al disarmo nucleare.

Nella loro relazione annuale, gli esperti del SIPRI hanno anche citato altri dati che fanno luce sulla situazione di sicurezza tesa nel mondo, prosegue la pubblicazione. Dalla guerra fredda, la spesa per la difesa mondiale non è stata così alta come nel 2017. Il loro volume ha raggiunto i $1739 miliardi, o $230 per abitante della Terra. Nel 2016, questo valore era pari a $227.

La ragione di questa crescita è stata l'aumento dei budget militari in alcune regioni, in particolare nell'Asia orientale. Ad esempio, la Cina ha aumentato la spesa per la difesa del 5,6% a $226 miliardi, mentre nei paesi europei le cose sono andate diversamente, dice l'autore. Gli stati dell'Europa orientale hanno ridotto significativamente la loro spesa per l'esercito, e i paesi dell'Europa centrale e occidentale gli hanno aumentati.

Nel 2017, la Germania ha aumentato il budget della difesa di due miliardi di euro. Ora sono 37 miliardi di dollari: nella classifica dei paesi con le maggiori spese militari, gli Stati Uniti sono in testa, seguiti dalla Cina, seguita dall'Arabia Saudita e, infine, dalla Russia. Secondo gli esperti dell'Istituto di Stoccolma nel mondo c'è un'altra tendenza: negli ultimi anni il volume del commercio mondiale di armi è cresciuto in modo sostanziale. Nella lista dei principali esportatori, gli Stati Uniti sono in testa, dietro di loro ci sono la Russia e la Francia, e la Germania è la quarta.

Correlati:

Se USA useranno armi nucleari moriranno milioni di americani
La Corea del Nord non abbandonerà mai le armi nucleari, ritiene il senatore americano
Esperto commenta possibile trasferimento di armi nucleari USA in Grecia
Camera dei rappresentanti USA supporta piano per nuove armi nucleari
Tags:
Armi nucleari, Sviluppo armi nucleari, armi nucleari, Possibilità di usare armi nucleari, Modernizzazione armi nucleari in Germania, Sipri, Mondo
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik