03:55 25 Settembre 2018
Parlamento Europeo

Nouvel Obs: dell'invasione dei populisti non ha colpa nessuno, se non l'Europa

CC BY 2.0 / European Parliament, Strasbourg / inyucho
Mondo
URL abbreviato
210

Non solo per il rifiuto di Donald Trump al vertice del G7, l'Unione Europea è frammentata come non mai, dice Le Nouvel Observateur.

Estrema destra e movimenti populisti stanno guadagnando popolarità in Europa, colpa di questo in parte è dell'UE, dice l'autore dell'articolo, e dell'incapacità dei leader europei di ascoltare le richieste del popolo, per le riforme in UE diventate un compito quasi impossibile.

L'unità delle potenze europee contro Donald Trump al vertice del G7 è stata secondo il presidente francese Macron il nuovo "cemento", che legherà l'Unione Europea, ma in realtà "mai l'Europa è stata così disunita, quanto oggi" afferma in un editoriale il Nouvel Observateur.

Nelle settimane dopo il vertice UE dei leader europei, vicino all' "estrema destra" c'è il nuovo primo ministro d'Italia Giuseppe Conte, vicino al leader ungherese Viktor Orban, il primo ministro polacco Mateusz Moravezky, il capo del governo ceco Andrej Babin e il giovane primo ministro austriaco Sebastian Kurz. E presto a questa lista si aggiungerà l'alleato sloveno di Orbán, Janez Jansa.

"Con la bandiera blu che ondeggia al vento, Emmanuel Macron fa ancora finta di credere nella "riforma" dell'Unione… ma si trova in isolamento" dice la pubblicazione. La sua proposta di creare un bilancio della zona euro non è contemplata da Nord Europa e paesi Baltici. Angela Merkel non ha potuto aiutarlo, trovandosi tra i "giochi politici", per paura della popolarità degli eurofobi.

Tuttavia, "se l'Unione Europea è diventata il bersaglio di movimenti populisti, è colpa sua" si legge nell'articolo. Da 20 anni, come associazione è "impantanata nel fango" dopo l'euroentusiasmo dei primi anni di esistenza. Il suo cattivo funzionamento mina "la bella idea di comunità". I suoi leader non sono stati in grado di ascoltare le richieste del proprio popolo per quanto riguarda l'economia, e nei confronti dei confini di stato. Diventando valuta "disciplinata", l'euro non ha contribuito all'unificazione dei paesi, ma solo all'accesso della concorrenza (fiscale e sociale) e ha suscitato ostilità. "Non avendo poteri, l'UE non ha potuto far fronte alla crisi dei rifugiati, che ha contribuito all'esplosione del nazionalismo", ricorda il quotidiano. E il caso della nave Aquarius questa settimana ha mostrato la scala di impotenza dell'Europa unita.

"Il progetto europeo, è necessario ricostruirlo, ma in modo diverso, su un nuovo fondamento", dice l'autore dell'articolo. Alcuni propongono di concentrarsi su più limitati e specifici scopi, altri, come Emmanuel Macron, ritengono necessario andare avanti con un'Europa "politica", anche se si tratterà di un minor numero di paesi. Tuttavia, fino ad oggi l'Unione ha usato "il peggiore dei metodi": "continuare a fare sforzi, che non portano al successo: non scopre più possibilità di successo". La ricetta per l'Unione "è stata rimanere un posto privo di ambizioni, di politica, di anima e affollato dall'estrema destra" scrive L'OBS.

Correlati:

In Europa c'è chi gioca col fuoco
Stati Uniti e Europa: ormai due strategie collidono
Europa e Russia insieme troppo forti per gli Stati Uniti
Tags:
sicurezza europea, Parlamento, Europa
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik