09:31 23 Ottobre 2018
Cina USA

Esperti commentano sospetti USA sugli Istituti di Confucio

© AP Photo / Andy Wong
Mondo
URL abbreviato
0 07

Negli Stati Uniti sta crescendo il sospetto che gli istituti di Confucio siano coinvolti in attività di spionaggio. Sputnik ha discusso questo tema con gli esperti.

Per il politologo russo Alexander Larin si tratta di accuse senza fondamento atte solo a rinfocolare i sentimenti anti-cinesi negli Stati Uniti.

"In Cina, gli Istituti di Confucio sono considerati una delle forme importanti di diffusione del soft power, in cui non c'è nulla di riprovevole. Ma al momento attuale, quando le relazioni tra Stati Uniti e Cina sono molto tese, non è sorprendente che i sospetti sugli Istituti di Confucio si siano intensificati. Negli Stati Uniti vogliono assicurarsi con l'aiuto di una campagna per trovare un covo di spie cinesi. Inoltre, ci sono evidenti progressi tecnologici nella stessa Cina, così come la sua svolta globale in questo settore. Allo stesso tempo gli americani hanno già perso il salto tecnologico della Cina, e ora stanno cercando di impedire che aumenti la sua competitività", sostiene Larin.

L'esperto ha notato che i cinesi difenderanno la loro posizione sugli Istituti di Confucio in ogni modo possibile. Anzitutto non ci sono prove a sostegno delle accuse, e perché gli Istituti di Confucio hanno una grande importanza per la formazione dell'immagine della Cina nel mondo. Se gli Stati Uniti non forniranno le dovute prove, afferma Larin, questo sarà visto in Cina come l'ennesimo tentativo di rafforzare la campagna contro la Cina.

L'esperto dell'Accademia diplomatica cinese Su Hao crede che la campagna riguardante lo spionaggio cinese negli Stati Uniti sia progettata per supportare la tesi americana sulla Cina come avversario strategico.

"Inizialmente, gli Istituti di Confucio erano un ponte per la creazione di normali scambi culturali ed educativi tra la Cina e gli Stati Uniti. Hanno svolto un ruolo molto positivo nello sviluppo degli scambi umanitari tra i due paesi… Tuttavia, oggi la situazione generale tra Cina e Stati Uniti non è molto ottimistica. L'amministrazione Trump già considerare la Cina come il concorrente strategico numero uno, e alcuni politici americani hanno cominciato a speculare su questo argomento, alimentando i sospetti sulle attività di spionaggio degli Istituti di Confucio. Tutte queste accuse sono solo un pretesto. Adeguando e chiudendo i profondi scambi educativi e culturali della Cina, gli Stati Uniti stanno alimentando la loro strategia nazionale, in cui la Cina è designata come avversario strategico. Come ha detto il rappresentante del ministero degli Esteri cinese Hua Chunin, questo approccio è una speculazione politica e la demonizzazione della Cina. Questo non corrisponde assolutamente ai fatti", ha detto l'esperto.

In precedenza, l'agenzia AP ha riferito che in una riunione del senato degli Stati Uniti è stato avanzato il sospetto che gli studenti cinesi possono utilizzare l'accesso alle università per raccogliere dati e informazioni riservate, nonché con il loro aiuto Pechino recluta e addestra future spie. Per questo i legislatori insistono su una regolamentazione più severa o addirittura sulla chiusura degli Istituti di Confucio. L'agenzia cita in particolare il senatore Marco Rubio, che consiglia ad ogni college in America di chiudere queste istituzioni.

Oggi negli Stati Uniti ci sono oltre 350.000 studenti cinesi, più di un terzo di tutti gli studenti stranieri.    

Correlati:

Cina accusa USA di ingerenza in affari interni
Mattis: tentativo USA per lavorare con la Russia e la Cina
USA cedono posto a Cina e Russia nel complesso militare-industriale
Tags:
Addestramento, Reclutamento, Intelligence, spionaggio, Sospetti, esperti, Cina, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik